La calvizie improvvisa non è una frase! Segni e trattamenti per l'alopecia areata

La caduta improvvisa dei capelli è sempre stressante per uomini e donne. E la completa perdita di capelli in alcune aree del cuoio capelluto, formando chiazze calve, porta le persone alla paura del panico.

Ciò che ha causato questa condizione ed è possibile riportare l'acconciatura al suo aspetto originale?

Alopecia improvvisa a chiazze: classificazione e cause

La perdita di capelli in alcune aree della testa, portando a un focus arrotondato di alopecia, in dermatologia clinica è indicata con il termine "alopecia areata". La malattia ha anche altri nomi:

  • alopecia areata;
  • Pelada;
  • calvizie circolare;
  • calvizie nidificanti.

La malattia può durare a lungo e portare a una perdita assoluta di capelli non solo sulla testa, ma anche sul viso (barba, ciglia sopracciglia) e sul corpo, e può fermarsi rapidamente e la crescita dei capelli riprende.

Le cause dell'alopecia areata non sono esattamente chiare. La calvizie è spesso combinata con malattie autoimmuni (ipoparatiroidismo, insufficienza surrenalica primaria, tiroidite linfocitica cronica e altre), che fornisce i motivi per giudicare l'alopecia areata come una patologia che ha una natura autoimmune di occorrenza.

Alcuni ricercatori attribuiscono i seguenti fattori avversi alle cause della calvizie circolare:

  1. Stress mentale. Secondo la storia dei pazienti, è stato stabilito un collegamento tra perdita di capelli e stress. Quindi, nell'87% dei pazienti, la calvizie improvvisa è stata preceduta da forti sconvolgimenti emotivi..
  2. Carenza di zinco e ferro nel corpo.
  3. Disturbi del sistema nervoso e digestivo.
  4. Fattori genetici.

Secondo i meccanismi di occorrenza, si distinguono 6 tipi di alopecia areata:

  1. Tipo normale. Si sviluppa tra 20 e 40 anni.
  2. Prehypertensive. Si presenta come una condizione che precede lo sviluppo dell'ipertensione.
  3. Atopica. Si combina con malattie atopiche: asma bronchiale, dermatite.
  4. Autoimmune. Si verifica insieme ad altre malattie autoimmuni.
  5. Misto. Si sviluppa principalmente negli anziani ed è caratterizzato da un decorso lento della malattia.

Segni e diagnosi di alopecia areata

I capelli iniziano a cadere gradualmente, formando macchie calve per diverse settimane o mesi. Inoltre, il paziente non avverte sensazioni spiacevoli durante la formazione di una testa calva..

Il decorso della malattia è imprevedibile. A volte la crescita dei peli nelle aree della calvizie viene completamente ripristinata, ma nel frattempo si formano nuove zone calve su altre parti della testa. In altri casi, la malattia si arresta e non disturba il paziente per anni. Oppure assume una natura cronica: crescita eccessiva di punti calvi esistenti e comparsa di nuovi - un tale processo può durare per decenni.

Durante l'alopecia areata, ci sono tre fasi:

  1. Progressive. La perdita di capelli nell'area della calvizie e i peli rimanenti vengono facilmente rimossi tirandoli. La pelle in questa zona è arrossata e leggermente gonfia. Sul bordo della lesione, i peli vengono staccati e leggermente ispessiti alle estremità..
  2. Stazionario. La pelle nel punto calvo non viene modificata, i peli "spezzati" ai bordi del fuoco, in contrasto con il primo stadio, non sono determinati.
  3. Regressivo. Nuovi peli iniziano a comparire sui punti calvi, inizialmente sottili e incolori (vellus), che gradualmente si addensano e pigmentano.

A seconda dell'area della lesione, si distingue anche uno stadio totale, caratterizzato dalla completa assenza di peli sulla testa, subtotale - in cui le aree con capelli sani rimangono sul cuoio capelluto e universali, che si esprime in assenza di peli sul corpo, sul viso e sulla testa.

Diagnosi di alopecia areata

Il principale metodo diagnostico per determinare la calvizie è un esame esterno del cuoio capelluto del paziente..

Con l'aiuto di cambiamenti visibili che si verificano sulla pelle e sui capelli del paziente, lo specialista riesce a fare una diagnosi preliminare.

Per determinare la causa dell'alopecia areata, nonché ai fini della diagnosi differenziale, nei pazienti vengono condotti i seguenti studi:

Inoltre, si consiglia ai pazienti di consultare un neurologo, endocrinologo, nefrologo.

Trattamento farmacologico

Non esiste un trattamento universale per l'alopecia areata. Le tattiche di trattamento sono determinate dal medico, in base a fattori quali l'età del paziente, lo stadio della malattia, il grado del suo decorso.

L'obiettivo principale è sui trattamenti esterni:

  1. Unguenti ormonali del gruppo glucocorticosteroide. L'unguento al betametasone viene applicato esternamente sull'area interessata due volte al giorno per due mesi.
  2. Iniezione intradermica. Le fiale di betametasone o soluzioni di diprospan vengono iniettate con una siringa nelle aree interessate.
  3. Come trattamento sintomatico vengono utilizzati shampoo, soluzioni e spray per la crescita dei capelli a base di minoxidil: Generolon, Alerana, Regaine.

All'interno sono prescritti preparati di rame, ferro e zinco in compresse. Usano anche farmaci che migliorano la microcircolazione: coriandolo, pentossifillina, trentale.

I metodi di fisioterapia hanno molto successo nel trattamento della calvizie: elettroforesi, galvanizzazione, fotochemioterapia, darsonvalutazione, criomassaggio..

Metodi di medicina tradizionale

La medicina tradizionale è usata nel trattamento dell'alopecia come irritante per stimolare la crescita dei capelli nelle zone di calvizie. Si consiglia di strofinare la tintura di peperoncino, badyagu, succo d'aglio, cipolla o rafano nelle aree interessate.

La medicina tradizionale è efficace solo nella fase stazionaria dell'alopecia areata in assenza di concomitanti lesioni del cuoio capelluto.

Raccomandazioni cliniche

Il fattore psicologico svolge un ruolo importante per il successo del trattamento. Il paziente deve prepararsi emotivamente al fatto che si verificherà un risultato positivo della terapia non prima di tre mesi dopo e che entro un anno può avvenire il ripristino cosmetico dei capelli.

Acconciature, parrucche, capelli finti, la corretta selezione di acconciature con la creazione di volume nel punto calvo contribuiranno a illuminare i difetti estetici (in presenza di piccoli punti calvi).

Sfortunatamente, non esistono misure preventive speciali per l'alopecia areata..

Specialista in perdita dei capelli

La dermatologia si occupa delle malattie del cuoio capelluto in medicina, che ha nella sua struttura un ramo come la tricologia, specializzata nel trattamento di capelli e cuoio capelluto.

Sfortunatamente, oggi non tutte le organizzazioni mediche hanno un tricologo specializzato. In assenza di tale, dovresti chiedere il parere di un dermatologo.

Inoltre, questo deve essere fatto ai primi segni di calvizie, al fine non solo di prevenire lo sviluppo dell'alopecia totale, ma anche di escludere o identificare tempestivamente altre malattie pericolose, come la sifilide, il lupus eritematoso sistemico, la tricofitosi e altre patologie che possono anche causare la caduta dei capelli.

Alopecia (calvizie, perdita di capelli). Cause, tipi, trattamento e prevenzione della patologia

Il sito fornisce informazioni di riferimento a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È richiesta la consultazione di uno specialista!

Cos'è l'alopecia?

L'alopecia è il nome medico corretto per la caduta dei capelli. Molto spesso, questo termine significa esattamente calvizie per motivi patologici, ma a volte puoi anche trovare la frase "alopecia fisiologica". È inteso come il processo naturale di diradamento e perdita di capelli che si verifica nella maggior parte delle persone..

Esistono molti tipi diversi di alopecia, ognuno dei quali ha i suoi meccanismi di sviluppo e cause. Statisticamente, il più comune è la cosiddetta alopecia androgenetica o androgenetica, che è causata da fattori genetici e cambiamenti ormonali nel corpo..

La perdita dei capelli è attualmente considerata uno dei problemi estetici più comuni. Da un punto di vista medico, appartiene al campo della dermatologia. Esistono molti metodi diversi di prevenzione e cura, che purtroppo non sono sempre efficaci..

In alcuni casi, l'alopecia può essere considerata non come una malattia indipendente, ma come una manifestazione di un'altra patologia o delle sue conseguenze. Ad esempio, alcuni processi autoimmuni o traumi possono danneggiare il cuoio capelluto. Quindi la calvizie sarà secondaria. A volte questo processo è reversibile, cioè l'eliminazione della causa principale dell'alopecia porterà al fatto che i capelli ricresceranno.

L'alopecia può essere localizzata e coprire le seguenti aree:

  • il cuoio capelluto (molto spesso questa forma si intende per alopecia);
  • barba negli uomini;
  • sopracciglia;
  • ciglia;
  • area inguinale;
  • regione ascellare.
Può anche verificarsi alopecia totalis, in cui i capelli cadono in tutto il corpo. Molto spesso ciò è dovuto a processi sistemici nel corpo - fallimenti nel sistema immunitario, disturbi genetici o ormonali.

A volte l'alopecia locale può essere considerata un sintomo. Ad esempio, con tigna o altre malattie della pelle fungina, i capelli si spaccano e cadono in una certa area. Tuttavia, in questo caso, questo è solo un aspetto tipico di un'altra malattia e il suo trattamento ripristinerà la crescita dei capelli in futuro..

Quali sono le cause dell'alopecia?

Ci possono essere molte ragioni che portano alla calvizie. Possono essere divisi in fisiologici e patologici. Le ragioni fisiologiche comprendono i cambiamenti della pelle legati all'età. Alcuni dei follicoli piliferi si atrofizzano, la nutrizione della pelle si deteriora e i capelli si assottigliano e cadono gradualmente. Questo processo richiede molto tempo e procede gradualmente. Un fattore importante è la predisposizione ereditaria. Colpisce il tasso di calvizie, l'età in cui inizia, nonché il cambiamento diretto nella pettinatura (da cui inizia la calvizie).

Tra le cause patologiche della caduta dei capelli, si possono distinguere le seguenti malattie:

  • Disturbi ormonali. Gli androgeni hanno la maggiore influenza sul processo di crescita e perdita dei capelli. L'ormone diidrotestosterone danneggia i follicoli piliferi, il che porta al loro degrado e alla cessazione della crescita dei capelli. Poiché la produzione di questo ormone può essere interrotta in una serie di malattie diverse, ci possono essere alcune ragioni per l'alopecia. La calvizie a volte accompagna tali disturbi ormonali come l'ipotiroidismo o ipertiroidismo (nelle malattie della tiroide), nonché l'interruzione della ghiandola pituitaria, che controlla il lavoro di altre ghiandole endocrine. Problemi con il funzionamento della ghiandola pituitaria, come quelli osservati nella malattia di Simmonds.
  • Reazione ai farmaci. Alcuni farmaci possono anche scatenare la caduta dei capelli. In questo caso, possono essere coinvolti meccanismi ormonali (attraverso il diidrotestosterone), processi autoimmuni o allergici. I farmaci più comuni che possono causare la caduta dei capelli sono citostatici, anticoagulanti, ibuprofene, D-penicillamina e farmaci antimalarici. Ciò non significa necessariamente un sovradosaggio o un regime terapeutico errato. Questo effetto collaterale può comparire (anche se raramente) quando questi farmaci vengono assunti a dosi terapeutiche. Dipende dalla sensibilità individuale dell'organismo. Di norma, la rapida perdita di capelli dopo un breve ciclo di trattamento è quasi inesistente. Di solito stiamo parlando di patologie in cui i pazienti assumono i suddetti gruppi di medicinali per diversi mesi o più.
  • Fatica. La causa dello stress può essere esperienze emotive forti e di lunga durata, traumi e talvolta solo un cambiamento nel solito ambiente. In generale, lo stress è considerato un meccanismo di adattamento. È realizzato attraverso un numero di ormoni e sostanze biologicamente attive che entrano nel flusso sanguigno. Il rilascio a lungo termine di queste sostanze può essere dannoso per il corpo. La calvizie può essere uno degli effetti. In questo caso, è spesso reversibile e risponde bene al trattamento se i fattori che causano stress vengono eliminati..
  • Ipovitaminosi Le vitamine sono componenti importanti di vari enzimi che sono responsabili della conversione di alcune sostanze in altre. Pertanto, la mancanza di vitamine rallenta i processi metabolici. Ogni vitamina è coinvolta nella nutrizione di un particolare tessuto, quindi la sua carenza ha sintomi molto specifici. Per la normale crescita dei capelli, vitamine come B2, B3, B6, H, E e acido folico sono di particolare importanza. La maggior parte di queste vitamine entra nel corpo con il cibo, quindi è importante per i pazienti con calvizie iniziale monitorare la propria dieta..
  • Avvelenamento. A volte la calvizie è il risultato di varie tossine che entrano nel corpo. In questo caso, possiamo parlare sia di un effetto diretto sui follicoli piliferi sia di un'inibizione indiretta della crescita dei capelli (attraverso il sistema endocrino, il metabolismo, ecc.). La calvizie può essere accompagnata da avvelenamento con sostanze come tallio, mercurio, cloroprene e alcuni pesticidi. Inoltre, la perdita dei capelli su uno sfondo di grave intossicazione accompagna spesso la chemioterapia nel trattamento del cancro.
  • Malattie infettive. Tra le malattie infettive, le lesioni fungine della pelle sono un problema molto comune, che causa il taglio dei capelli e l'alopecia locale (focale). La perdita dei capelli in questi casi è generalmente temporanea. La situazione è leggermente diversa con le lesioni cutanee batteriche. In questo caso, si verificano spesso cicatrici e progressiva crescita eccessiva dei follicoli piliferi. In questo caso, l'alopecia è irreversibile. Tali conseguenze possono portare a lesioni cutanee infettive con leishmaniosi, piodermite, tubercolosi cutanea, sifilide, lebbra (lebbra), ecc..
  • Disturbi congeniti Esistono numerose malattie o sindromi congenite in cui viene interrotto lo sviluppo intrauterino della pelle e delle sue appendici. Quindi i follicoli piliferi possono essere assenti o funzionare male. In entrambi i casi, parleremo della mancanza di crescita dei capelli dalla nascita..
  • Malattie croniche La perdita dei capelli può verificarsi con malattie gravi a lungo termine (infettive o non infettive) che influenzano fortemente il metabolismo del corpo. Tali patologie sono, ad esempio, diabete mellito, epatite virale cronica, leucemia. I capelli con queste malattie prima si assottigliano e poi cadono completamente. Questo sintomo si osserva non solo sulla testa. Anche le sopracciglia, i capelli vellus sulla pelle e i capelli sotto le ascelle spesso si assottigliano..
  • Lesioni. La calvizie correlata al trauma sarà anche discussa in maggior dettaglio di seguito. Sembra a causa della distruzione diretta dei follicoli piliferi a causa dell'impatto fisico. Questo tipo di alopecia si chiama cicatrici..
  • Malattie autoimmuni. Nelle malattie autoimmuni, si formano anticorpi contro le cellule del corpo. In alcuni casi, questi anticorpi attaccano i follicoli piliferi e i capelli cadono o smettono di crescere..
  • La malattia da radiazioni La malattia da radiazioni è un complesso di sintomi che si sviluppa quando le radiazioni colpiscono il corpo. Se la dose ricevuta supera la soglia di 3 Gray, potrebbero non esserci manifestazioni generali, ma i follicoli nella pelle sono già danneggiati e i capelli cadono. A dosi più elevate si osservano anche sintomi del sistema ematopoietico, del tratto gastrointestinale, dei sistemi nervoso e genito-urinario. La radioterapia per il cancro è anche accompagnata da radiazioni al paziente. Tuttavia, in questo caso, la radiazione colpisce un'area specifica. Pertanto, la caduta dei capelli può essere osservata solo nell'area irradiata..

Cause di alopecia negli uomini

Negli uomini, la causa più comune di calvizie (oltre il 90% dei casi) è l'alopecia androgenetica. Con questo tipo di malattia, non stiamo sempre parlando di un processo patologico. È solo che a livello genetico, i programmi di caduta dei capelli vengono implementati a una certa età. L'ormone maschile diidrotestosterone è direttamente coinvolto in questo processo. A differenza delle donne, che hanno molto meno di questo ormone, gli uomini diventano calvi più spesso e questo processo è più evidente..

Il grado e lo stadio della calvizie fisiologica negli uomini sono generalmente valutati usando la scala di Norwood. Questa scala riflette la localizzazione della zona di caduta dei capelli (di solito l'attaccatura dei capelli sulla fronte e la caduta dei capelli della corona), nonché l'area totale della caduta dei capelli. Va notato che la calvizie fisiologica colpisce quasi sempre solo una parte dei capelli. Una certa quantità di solito rimane sulla parte posteriore della testa o sotto forma di linee dietro le orecchie. Ciò è dovuto al fatto che i capelli sulla parte posteriore della testa hanno una maggiore resistenza (resistenza) all'azione del diidrotestosterone. Le persone completamente calve spesso si radono semplicemente i capelli rimanenti per motivi estetici. Con disturbi ormonali, infezioni e altre patologie, è possibile la perdita completa dei capelli..

Se parliamo di varianti patologiche dell'alopecia (alopecia areata, infezioni della pelle, ecc.), Si verificano in uomini e donne con approssimativamente la stessa frequenza.

Cause di alopecia nelle donne

Nelle donne, l'ormone diidrotestosterone svolge anche un ruolo nello sviluppo dell'alopecia. Ma la perdita dei capelli avviene in modo diverso. In particolare, esiste la cosiddetta alopecia diffusa. Nella maggior parte dei casi, è il risultato di varie patologie o influenze esterne..

Anche la perdita di capelli fisiologica per le donne è tipica, ma si manifesta nel fatto che i capelli crescono più raramente, diventano più sottili e fragili. Il grado e lo stadio della caduta dei capelli nelle donne sono misurati secondo la scala di Ludwig. Il principio di divisione in questa scala è l'espansione della divisione centrale nel cuoio capelluto.

Un fattore importante che influenza lo sviluppo dell'alopecia nelle donne è la gravidanza e la menopausa. Nel primo caso, le donne spesso perdono i capelli immediatamente dopo il parto. Con la menopausa, il livello di estrogeni nel sangue diminuisce drasticamente. L'equilibrio tra ormoni sessuali maschili e femminili è disturbato e, ad un certo punto, l'azione del DHT può portare ad un aumento della caduta dei capelli.

Cause di alopecia nei bambini

La crescita dei capelli viene attivata nei primissimi giorni dopo la nascita del bambino. L'alopecia, che appare prima dei 3 anni, è spesso il risultato di vari disturbi congeniti. In particolare, stiamo parlando di problemi con lo sviluppo dei follicoli piliferi nella pelle, problemi con le ghiandole endocrine, varie sindromi che colpiscono la pelle.

Dopo i 3 anni, i bambini molto spesso sviluppano l'alopecia areata. Una o più tasche di perdita di capelli appaiono sulla testa, che hanno un bordo chiaro. Molti fattori diversi sono coinvolti nell'aspetto di questa patologia, ma il meccanismo del suo sviluppo non è stato ancora definitivamente stabilito. A differenza degli adulti, nei bambini, l'alopecia areata ha maggiori probabilità di apparire nella regione occipitale e può diffondersi ai capelli dietro le orecchie. A volte il processo di perdita dei capelli è simmetrico. Nella maggior parte dei casi, c'è una progressione lenta ma costante della malattia. Il trattamento non ha sempre successo, ma sono noti casi di recupero spontaneo. L'alopecia areata può verificarsi anche negli adolescenti, ma la prevalenza di questa malattia nei bambini è ancora inferiore rispetto agli adulti.

La tigna è un'altra causa comune di alopecia areata nei bambini. In medicina, prendi in considerazione la distinzione tra microsporia e tricofitosi, due varianti comuni di questa malattia, chiamate in base al patogeno. La microsporia colpisce spesso il cuoio capelluto e con la tricofitosi possono essere colpite anche unghie e pelle su altre parti del corpo. Entrambe le malattie sono causate da funghi e sono contagiose, cioè contagiose. La perdita dei capelli avviene gradualmente per diversi giorni o settimane. Inizia 3-4 giorni dopo il contatto con una persona malata o un animale (gatto, cane).

Alopecia da barba

La perdita dei peli della barba non è così comune come l'alopecia del cuoio capelluto, ma può avere meccanismi e cause simili. In generale, si nota che i fattori che contribuiscono alla caduta dei capelli a volte influenzano localmente la barba. Molto spesso, compaiono una o più piccole lesioni, in cui si ferma la crescita dei capelli. A causa della loro localizzazione, tali lesioni creano un grave difetto estetico nelle persone che crescono barba e baffi..

La normalizzazione della dieta, l'eliminazione dello stress e la cura adeguata della pelle del viso possono ripristinare gradualmente la crescita dei capelli. Non sono state identificate malattie specifiche che potrebbero interessare questa particolare area. Spesso nei pazienti con alopecia nell'area del mento, prima o poi, compaiono aree di calvizie sul cuoio capelluto..

A volte l'alopecia della barba è associata a una serie di problemi dermatologici con la pelle del viso. In particolare, stiamo parlando di acne e rosacea (rosacea). Il danno ai follicoli piliferi è possibile quando la pelle si sta seminando con il parassita Demodex follicuculorum. Tali casi sono più comuni negli uomini di età compresa tra 18 e 30 anni. Un eccesso di diidrotestosterone colpisce i peli della barba in misura minore, poiché i loro follicoli, come i follicoli piliferi sulla parte posteriore della testa, sono meno sensibili all'azione di questo ormone.

Alopecia areata

La perdita delle sopracciglia inizia più spesso dalla parte laterale (laterale). Nella maggior parte dei casi, è uno dei sintomi o manifestazioni di varie malattie sistemiche. Tuttavia, ci sono una serie di patologie in cui sono interessate solo le sopracciglia e l'alopecia non si diffonde ad altre parti del corpo. La perdita locale delle sopracciglia può essere, ad esempio, il risultato di una spiumatura impropria o di un danno ai follicoli piliferi con l'acaro Demodex folliculorum. Quindi il processo si diffonde raramente, ma le sopracciglia possono cadere completamente..

Delle malattie sistemiche, le seguenti patologie portano spesso alla perdita di sopracciglia:

  • Ipotiroidismo Una diminuzione del livello degli ormoni tiroidei si sviluppa di solito con una mancanza di iodio, tumori benigni o maligni di questo organo, degenerazione autoimmune del tessuto tiroideo.
  • Sifilide secondaria La perdita delle sopracciglia è possibile, ma non necessaria. Si verifica a causa della diffusione dell'infezione con flusso sanguigno dal focus primario.
  • Diabete. In questo caso, stiamo parlando di disturbi metabolici in tutto il corpo e la perdita del sopracciglio è spesso associata alla comparsa di alopecia in altre parti del corpo..
  • Carenza di ferro e vitamina B12. Causa comune di perdita di capelli in donne in gravidanza.
  • Lebbra (lebbra). Attualmente è estremamente raro in alcuni paesi tropicali. La malattia è caratterizzata da una lesione cutanea infettiva con cambiamenti caratteristici delle caratteristiche facciali.

Perché i capelli cadono dopo il parto??

Durante la gravidanza e l'allattamento, il corpo di una donna subisce gravi cambiamenti. Prima di tutto, ciò riguarda il metabolismo e i livelli ormonali. L'alopecia può essere una delle possibili conseguenze di questi cambiamenti. Molto spesso si tratta di un problema temporaneo e quando il corpo si riprende, i capelli ricrescono.

In generale, i motivi della caduta dei capelli dopo la gravidanza risiedono nei diversi effetti degli ormoni sui follicoli piliferi. Se gli ormoni maschili (di cui non ce ne sono così tanti nel corpo femminile) contribuiscono alla caduta dei capelli, quelli femminili, al contrario, li mantengono. Durante la gravidanza, il sangue della madre contiene una grande quantità di estrogeni. Per questo motivo, anche i vecchi capelli non cadono ancora, ma quelli nuovi continuano a crescere. Dopo il parto, il livello di estrogeni scende drasticamente. In proporzione, c'è un sovrappeso dell'ormone diidrotestosterone e i capelli anziani iniziano a cadere rapidamente. Per questo motivo, il tasso fisiologico di perdita dei capelli aumenta per diverse settimane (e talvolta mesi). In questo caso, c'è un'alopecia diffusa con una riduzione uniforme dell'attaccatura sulla testa..

Ciglia e sopracciglia (e talvolta capelli) possono iniziare a cadere durante le fasi successive della gravidanza. Ma poi la ragione è piuttosto la mancanza di alcuni nutrienti. In particolare, una madre incinta ha bisogno di più vitamina B12 e ferro. Senza di essi, si può sviluppare alopecia sia diffusa che focale, che colpisce varie aree anatomiche. Tutte queste violazioni sono reversibili e con un accesso tempestivo a un medico e un trattamento qualificato, i capelli ricresceranno rapidamente.

Quali sono i tipi di alopecia?

Esistono diversi segni in base ai quali è possibile classificare l'alopecia. La corretta classificazione è molto importante, poiché il trattamento e la prognosi in ogni singolo caso variano notevolmente. Il criterio più semplice è l'area e la localizzazione del processo patologico. Tuttavia, questo criterio non è così importante nella diagnosi..

In base all'area e alla localizzazione della caduta dei capelli, si distinguono i seguenti tipi di alopecia:

  • Alopecia diffusa. L'alopecia diffusa è talvolta intesa come un tipo di perdita di capelli patologica nelle donne. In questa classificazione, l'alopecia diffusa non è caratterizzata dalla caduta dei capelli in un luogo specifico, ma da un forte e visibile assottigliamento dell'attaccatura su tutta la superficie della testa..
  • Alopecia locale (focale). In questo caso, stiamo parlando della perdita di capelli locale in una piccola area. Di norma, ha una forma rotonda o ovale. Ci possono essere molti di questi focolai sulla superficie della testa..
  • Alopecia subtotale. L'alopecia è chiamata subtotale, in cui i capelli cadono su almeno il 40% del cuoio capelluto.
  • Ophiasis. Con questa forma, c'è una graduale perdita di capelli lungo il bordo (attorno alla circonferenza) o in un'area specifica (ad esempio, solo sulla parte posteriore della testa, solo sulle tempie, ecc.).
  • Alopecia totalis. Con l'alopecia totale, c'è una perdita completa di tutti i capelli sulla testa (esclusi barba e baffi).
  • Alopecia universalis. In questo caso, stiamo parlando di una completa perdita di capelli non solo sulla testa, ma anche su tutto il corpo (sopracciglia, ciglia, capelli sulla barba, tronco, ascelle, regione pubica).
Questa classificazione non riflette le cause e i meccanismi patologici che hanno causato la malattia, quindi ha pochi benefici pratici da essa. Tuttavia, alcune forme hanno una gamma molto limitata di possibili cause. Ad esempio, l'alopecia universale è spesso osservata nelle malattie congenite. Uno svantaggio importante di questa classificazione è che è instabile. In altre parole, lo stesso processo patologico può iniziare come alopecia areata, quindi andare in subtotale e quindi in forma totale..

È inoltre consuetudine distinguere tra due importanti tipi di alopecia, a seconda della fase di crescita dei capelli che cadono. Solo gli specialisti possono classificare la malattia su questa base dopo un esame approfondito delle radici dei capelli persi..

I capelli possono cadere nelle seguenti fasi:

  • Fase anagen. Questa fase è la prima nel processo di crescita dei capelli. Sta dividendo attivamente le cellule, lo sviluppo di componenti strutturali. La perdita dei capelli nella fase anagen si verifica in pratica abbastanza raramente e sempre con varie patologie. L'avvelenamento con determinate sostanze chimiche, chemioterapia o radioterapia può essere una possibile causa. I capelli iniziano a cadere solo 3-4 giorni dopo l'effetto provocante. Il processo può assumere l'intera linea sottile e causare alopecia totalis.
  • Fase catagenica. Questa fase è di transizione. La perdita dei capelli in questa fase della crescita dei capelli è rara perché la fase dura solo poche settimane (mentre la fase anagen dura per anni).
  • Fase telogen. La fase telogen segue la fase catagenica. La perdita dei capelli in questa fase si verifica per la maggior parte delle cause fisiologiche o patologiche. L'inizio precoce della fase telogen, ad esempio, può essere il risultato di fame, perdita di sangue o febbre prolungata. Inoltre, questo tipo è caratteristico della calvizie dopo il parto o dopo una brusca interruzione dell'assunzione di contraccettivi orali combinati (COC).
Tuttavia, questa classificazione non è universale, poiché non copre le cause profonde e i meccanismi della calvizie. È ampiamente usato come passo nel fare una diagnosi. Alla fine, i medici devono determinare il meccanismo per lo sviluppo della malattia. Per questo, sono state proposte molte classificazioni diverse, nessuna delle quali è universale. Di norma, il nome di forme di alopecia come malattie indipendenti differisce da uno stato all'altro..

Da un punto di vista pratico, è più conveniente distinguere i seguenti tipi di alopecia:

  • alopecia androgenetica;
  • alopecia diffusa;
  • alopecia cicatriziale;
  • alopecia areata;
  • alopecia congenita;
  • alopecia autoimmune;
  • alopecia ormonale;
  • alopecia seborroica.

Alopecia androgenetica

Gli uomini hanno più diidrotestosterone rispetto alle donne, quindi diventano calvi più spesso e prima. Tuttavia, nel corpo femminile, questo ormone è presente anche in piccole quantità, quindi i capelli si assottigliano e cadono gradualmente. Un forte aumento del livello di questo ormone nelle donne, che porta a una rapida calvizie, è patologico.

Nello sviluppo di alopecia androgenetica, le seguenti fasi possono essere distinte condizionatamente:

  • Inizialmente, il diidrotestosterone si attacca ai recettori dei follicoli piliferi, ma modifica solo il loro lavoro. Per questo motivo, iniziano vari problemi di capelli: secchezza, fragilità, opacità.
  • Inoltre, iniziano i problemi con la crescita dei capelli, poiché iniziano a crescere più lentamente e i capelli persi vengono ripristinati meno bene. In generale, i capelli si assottigliano visivamente. Tuttavia, i follicoli piliferi stanno ancora svolgendo processi metabolici e, dopo un attento esame, i capelli vengono ancora trovati. Tuttavia, questi sono peli corti, sottili e sbiaditi che non sono distinguibili a prima vista..
  • Quindi i follicoli piliferi smettono di produrre capelli adeguati e la calvizie si manifesta quando i capelli cadono ma non crescono..
  • In media, 10-15 anni dopo l'inizio del processo, la bocca del follicolo, che non produce capelli, è ricoperta di tessuto connettivo. La crescita dei capelli dopo questo diventa impossibile e la stimolazione farmacologica dei follicoli o il blocco del diidrotestosterone non restituiranno più la crescita naturale dei capelli.
Questo processo viene spesso osservato con precisione sul cuoio capelluto. Se parliamo di sopracciglia, barba negli uomini o di altre parti del corpo, allora l'effetto del diidrotestosterone di solito si sente più debole, ma in generale, si svolge anche il processo di cui sopra.

La calvizie negli uomini sullo sfondo dell'alopecia androgenetica può iniziare già tra 17 e 18 anni (dopo la formazione del sistema riproduttivo) e nelle donne - tra 25 e 27 anni. Stiamo parlando di persone sane che hanno semplicemente una predisposizione ereditaria alla caduta precoce dei capelli. Negli uomini, di regola, l'alopecia inizia dall'area della fronte (la fronte si alza, compaiono le cosiddette zone calve bitemporali) o dalla corona (area parietale). Nelle donne, i capelli inizialmente cadono lungo la parte centrale, dalla regione frontale a quella parietale, ma l'attaccatura dei capelli anteriore si alza appena. Tali caratteristiche della diffusione dell'alopecia sono spiegate dalla diversa sensibilità dei follicoli piliferi al diidrotestosterone. Nelle regioni frontali e parietali, sono più sensibili e i capelli cadono più velocemente. Nel lobo occipitale, i follicoli sono quasi insensibili a questo ormone, quindi i capelli possono persistere a lungo. Di norma, è la parte posteriore della testa che diventa l'area donatrice per il trapianto di capelli..

Alopecia diffusa

L'alopecia diffusa è il termine per la perdita uniforme dei capelli su tutto il cuoio capelluto. Si trova più spesso nelle donne. I capelli diventano gradualmente fragili, sottili, si assottigliano e non ricrescono. Nelle donne sane, questi cambiamenti sono generalmente legati all'età. Sono dovuti all'azione dell'ormone diidrotestosterone e l'alopecia diffusa è solo una variante dell'alopecia androgenetica nelle donne.

Alcuni esperti si riferiscono anche all'alopecia diffusa come perdita di capelli uniforme (ma di solito non completa) per vari motivi patologici. Qui di solito parliamo di malattie sistemiche e non di lesioni cutanee locali..

Le possibili cause patologiche dell'alopecia diffusa sono:

  • fatica;
  • avvelenamento;
  • malattia da radiazioni;
  • Malattie autoimmuni.

Alopecia cicatriziale

L'alopecia cicatriziale, secondo la maggior parte degli esperti, non è una malattia indipendente. Con questa forma di calvizie, stiamo parlando della formazione di cicatrici (tessuto connettivo) sul cuoio capelluto. Questo distrugge i follicoli piliferi e blocca la crescita dei capelli. Tuttavia, le cicatrici sono solo una conseguenza, il risultato finale di altri processi patologici. Pertanto, l'alopecia cicatriziale può essere considerata una complicazione di altre malattie..

Le cicatrici con conseguente perdita di capelli locale possono formarsi a causa dei seguenti processi patologici:

  • ustioni termiche;
  • trauma meccanico (ferite del cuoio capelluto);
  • ustioni chimiche (contatto con acidi o alcali concentrati);
  • piodermite (processi infettivi purulenti);
  • dermatomicosi (malattie fungine, incluso il lichene);
  • neoplasie cutanee;
  • manifestazioni locali di alcune malattie infettive e autoimmuni (tubercolosi, sifilide, sarcoidosi, lupus eritematoso discoide, sclerodermia, ecc.).
In questi casi, l'area della lesione dipende dalla patologia iniziale. Man mano che avanza, l'area potrebbe aumentare e l'alopecia locale si trasformerà in totale. Ciò è particolarmente vero per i processi infettivi e autoimmuni. La pelle in questi casi è quasi sempre cambiata. C'è indurimento, ridimensionamento o altre anomalie.

Alopecia areata

L'alopecia areata è riconosciuta in tutto il mondo come una malattia indipendente, che è poco associata ad altri tipi di alopecia. Si chiama anche pelada, circolare o alopecia areata (come forma indipendente, non riferendosi solo alla localizzazione). I meccanismi di sviluppo di questa forma della malattia non sono completamente compresi. Nel corso di numerosi studi, è stato possibile identificare solo alcuni fattori che possono influenzare lo sviluppo di questa patologia. Secondo le statistiche, le persone dai 20 ai 40 anni ottengono spesso l'alopecia areata, ma può verificarsi anche negli adolescenti. Nelle persone sopra i 50 anni questa malattia è rara..

Attualmente si ritiene che i seguenti fattori influenzino l'aspetto e la progressione dell'alopecia areata:

  • predisposizione genetica - all'interno della famiglia nei parenti di sangue, la frequenza della malattia è molto più alta della media della popolazione;
  • disturbi immunitari - spesso si riscontrano anticorpi specifici per organo o altre manifestazioni di processi autoimmuni (tiroidite di Hashimoto, vitiligine, artrite reumatoide, ecc.) nei pazienti;
  • fattore infettivo: la malattia è più spesso osservata nelle persone con focolai infettivi cronici (carie, tonsillite cronica, faringite, otite media, ecc.);
  • fattore psicosomatico - di solito più pronunciato nei bambini e consiste in manifestazioni patologiche di stress prolungato o stress emotivo (ad esempio, aumento della pressione intracranica su questo sfondo);
  • fattore endocrino - come in molti altri tipi di alopecia, viene considerato l'effetto degli ormoni tiroidei e degli ormoni sessuali maschili;
  • disturbi circolatori - con aterosclerosi o problemi con la circolazione sanguigna nei vasi della testa, la fornitura di sangue arterioso ai follicoli piliferi si deteriora (il rischio aumenta anche con alcune malattie cardiache e respiratorie);
  • squilibrio dei nutrienti: nei capelli che sono caduti in pazienti con questa malattia, il contenuto di zinco è ridotto e il contenuto di rame è aumentato.
La durata della malattia e il suo sviluppo sono difficili da prevedere. La maggior parte dei pazienti sviluppa uno o più punti di perdita di capelli. Prima si assottigliano, diventano più sottili e poi cadono completamente. La lesione ha confini chiari, ma anche i capelli al margine di questa lesione sono sottili, opachi. Possono essere estratti senza dolore. In rari casi, si osservano altri sintomi nell'area della caduta dei capelli. C'è, ad esempio, una diminuzione della sensibilità della pelle, un leggero prurito periodico, un leggero gonfiore, che di solito scompare da solo dopo 1 o 2 giorni. Il peeling della pelle di solito non viene osservato. Il paziente può sviluppare altri nuovi focolai di perdita di capelli e non solo sulla testa.

La malattia potrebbe non rispondere al trattamento per molto tempo, ma, di regola, i capelli ricresceranno prima o poi. All'inizio sono magri e opachi, ma gradualmente diventano normali. La crescita dei capelli può essere ripristinata spontaneamente, senza un trattamento specifico. L'ipopigmentazione o depigmentazione (i capelli in questa zona sono più chiari) è una conseguenza relativamente frequente della ricrescita dei capelli. In rari casi, l'alopecia areata progredisce lentamente, le lesioni crescono e si fondono, portando al totale parziale e quindi all'alopecia totale. In circa il 10% dei casi, i pazienti hanno concomitanti problemi alle unghie (fragilità, opacità, fragilità).

Alopecia congenita

L'alopecia congenita (atricosi) esiste come una malattia genetica indipendente e si verifica anche in combinazione con altri disturbi congeniti. In questo caso, stiamo parlando di una malformazione intrauterina della pelle nel suo insieme o dell'assenza di follicoli piliferi in quanto tali. Di norma, con questa malattia, i capelli sono assenti in tutto il corpo..

Questa malattia può manifestarsi sia negli uomini che nelle donne. La sua frequenza è piuttosto bassa. La stragrande maggioranza dei pazienti con alopecia non è ancora congenita, ma acquisita. Con l'atricosi, spesso non esiste un trattamento efficace. I geni responsabili della formazione dei follicoli piliferi nel periodo prenatale sono assenti, oppure i follicoli stessi sono ancora lì, ma non sono funzionali.

L'alopecia congenita può essere combinata con i seguenti problemi:

  • ipopigmentazione o iperpigmentazione della pelle (colore troppo chiaro o troppo scuro);
  • desquamazione della pelle;
  • predisposizione alle allergie cutanee;
  • aumento dell'elasticità della pelle;
  • anomalie nello sviluppo di unghie e denti.

Alopecia autoimmune

Questo tipo di alopecia è raro. La perdita dei capelli è causata da malfunzionamenti del sistema immunitario. Alcune proteine ​​nei follicoli piliferi iniziano a essere percepite dal corpo come corpi estranei. Vengono prodotti anticorpi contro di loro, che prendono di mira e distruggono i follicoli. Di conseguenza, la crescita dei capelli è compromessa e si verifica l'alopecia..

Spesso, tali violazioni si verificano dopo le malattie trasferite, accompagnate da interruzioni ormonali. A volte questo tipo di alopecia si sviluppa dopo il parto. La calvizie è di solito diffusa in natura, poiché la struttura dei follicoli piliferi è la stessa e gli antigeni con flusso sanguigno e attraverso la diffusione nei tessuti possono entrare in qualsiasi parte del corpo.

A volte l'alopecia si verifica a causa di alcune malattie autoimmuni - lupus eritematoso sistemico, sclerodermia, sarcoidosi della pelle, ecc. Tuttavia, in questi casi, gli anticorpi vengono prodotti non contro i follicoli, ma contro alcune cellule della pelle, che causano cicatrici e bloccano la crescita dei capelli. Tale alopecia è correttamente chiamata cicatriziale e non autoimmune..

Alopecia ormonale

L'alopecia ormonale può essere attribuita condizionatamente alla calvizie nelle seguenti malattie:

  • Malattia di Graves (gozzo tireotossico);
  • Malattia di Simmonds;
  • Tiroidite autoimmune di Hashimoto;
  • alopecia sullo sfondo del diabete mellito;
  • disturbi genitali.

Alopecia seborroica

L'alopecia seborroica si riferisce alla perdita di capelli dovuta a un disturbo cutaneo della seborrea. Con la seborrea, il lavoro delle ghiandole sebacee della pelle è interrotto, che è accompagnato da desquamazione della pelle e talvolta (ma non necessariamente) dalla cessazione della crescita dei capelli o della caduta dei capelli. In questo caso, il processo è reversibile, poiché la malattia non è accompagnata dalla distruzione diretta dei follicoli piliferi. Ci sono problemi con il loro funzionamento.

Si ritiene che i seguenti fattori possano provocare lo sviluppo della seborrea e la successiva alopecia:

  • malnutrizione;
  • abbandono dell'igiene personale;
  • assunzione di farmaci ormonali (compresi i contraccettivi);
  • malattie della pelle non trattate;
  • stress frequente;
  • numerosi viaggi (cambiamento delle condizioni climatiche);
  • ipotermia o surriscaldamento del cuoio capelluto.
Spesso, la seborrea appare nell'adolescenza ed è accompagnata dalla comparsa di acne sul viso. Inoltre, dai sintomi di accompagnamento, si dovrebbe notare peeling della pelle (comparsa di forfora), prurito del cuoio capelluto, lucentezza oleosa della pelle. Di norma, questi sintomi precedono la caduta dei capelli, che appare già nelle fasi successive della malattia..

Diagnosi di alopecia

Nella maggior parte dei casi, il paziente stesso nota che inizia a perdere più capelli di prima. Questo diventa il primo motivo per contattare uno specialista. Il medico, tuttavia, conduce un esame completo del paziente al fine di identificare patologie concomitanti che potrebbero diventare la causa principale dell'alopecia. Successivamente, vengono effettuate una serie di analisi e studi specifici, che aiutano a identificare il tipo di processo patologico..

Un esame completo raccomandato di un paziente con alopecia comprende le seguenti misure diagnostiche:

  • Esame visivo della zona interessata. Usando una lente d'ingrandimento speciale, il medico esamina l'area della perdita di capelli. È necessario verificare se vi sono segni concomitanti di lesioni cutanee (peeling, gonfiore, ecc.). È anche importante scoprire se i peli del vello stanno crescendo..
  • Emocromo completo - per rilevare il livello di globuli rossi, leucociti, piastrine e la velocità di eritrosedimentazione. Questi indicatori possono differire in caso di malattie sistemiche e avvelenamento..
  • Esame del sangue biochimico - con la determinazione obbligatoria del livello di ALT, AST, bilirubina, glicemia (glucosio), colesterolo e fosfatasi alcalina. Questi indicatori sono necessari non solo per la diagnosi, ma anche per la nomina del trattamento corretto..
  • Un esame del sangue per la sifilide per escludere l'alopecia come una delle manifestazioni della sifilide secondaria. Spesso prescritto quando compaiono lesioni multiple sulla testa.
  • Analisi per il livello dell'ormone cortisolo - necessario per calcolare la dose in caso di terapia ormonale.
  • Radiografia del cranio semplice - poiché la causa dei disturbi ormonali può essere un cambiamento nella ghiandola pituitaria. Di norma, in questo caso, il paziente ha altri sintomi oltre all'alopecia.
  • Analisi dei principali ormoni: ormone stimolante la tiroide, prolattina. I cambiamenti nel livello di questi ormoni indicano anche problemi con la ghiandola pituitaria..
  • Microscopia dei capelli. Per analisi, alcuni peli vengono rimossi dal paziente lungo il bordo dell'alopecia areata. Successivamente, lo specialista esamina attentamente la struttura dei capelli..
  • Reoencefalografia (REG) - per determinare la velocità del flusso sanguigno nei vasi del cranio e del cervello. Il flusso sanguigno lento può essere una delle cause dell'alopecia areata.
Va notato che non tutti gli studi di cui sopra sono richiesti nella pratica. Il medico curante prescrive innanzitutto quelli che, a suo avviso, saranno più informativi e meno costosi per il paziente. Solo se la causa non può essere identificata con il loro aiuto, passano a procedure più costose. L'uso di tutti i suddetti metodi è raramente richiesto, ma può rivelare violazioni e indicare direttamente o indirettamente la causa della malattia in oltre il 95% dei casi..

Quale medico tratta l'alopecia?

La diagnosi e il trattamento dell'alopecia vengono generalmente eseguiti da dermatologi o tricologi. In generale, l'area interessata allo studio dei capelli e del cuoio capelluto è chiamata tricologia. Questa disciplina si trova all'intersezione tra medicina e cosmetologia. Trovare un buon specialista specializzato può essere abbastanza difficile. Ecco perché i dermatologi, specialisti in malattie della pelle in generale e nelle sue appendici (capelli, unghie), sono spesso coinvolti nella diagnostica nelle prime fasi. Va tenuto presente che se l'alopecia è solo un sintomo o una manifestazione di patologia cutanea, è il dermatologo che affronterà meglio il trattamento del paziente.

Se necessario, specialisti dei seguenti profili possono essere coinvolti nel trattamento di pazienti con alopecia:

  • endocrinologi - quando si rilevano malattie o disturbi ormonali;
  • immunologi - per correggere il funzionamento del sistema immunitario;
  • reumatologi - se l'alopecia si è sviluppata sullo sfondo di processi autoimmuni;
  • pediatri - potrebbe essere richiesto di prescrivere un trattamento completo per l'alopecia nei bambini;
  • psicoterapeuta: rilevando lo stress come uno dei possibili fattori provocatori;
  • nutrizionisti - coinvolti nella consultazione in caso di malnutrizione o disturbi metabolici identificati;
  • cosmetologi - per correggere i problemi estetici e nascondere i sintomi della malattia;
  • psicologi - a volte necessari per gli adolescenti che soffrono di alopecia.
Pertanto, i dermatologi sono spesso i primi medici a cui i pazienti si rivolgono. Inoltre, dopo aver stabilito la causa della malattia, altri medici sono coinvolti nel processo..

Trattamento di alopecia

Il trattamento dell'alopecia è piuttosto difficile, poiché spesso i medici non sanno esattamente quali meccanismi sono coinvolti nello sviluppo di questa malattia. Tuttavia, per ogni tipo di questa malattia, nel tempo, è stato sviluppato il proprio regime di trattamento. Tuttavia, il medico curante seleziona individualmente il dosaggio dei farmaci, il regime e la durata del trattamento..

Nella maggior parte dei casi, il trattamento per l'alopecia si verifica a casa. Questa malattia non rappresenta una minaccia per la vita e non richiede il ricovero ospedaliero obbligatorio. Il paziente può essere ricoverato in ospedale in caso di sospetto di malattie infettive (tubercolosi della pelle, leishmaniosi, ecc.) Che hanno causato la caduta dei capelli o con esacerbazione di malattie concomitanti che non colpiscono direttamente la pelle (diabete, insufficienza cardiaca, ecc.). In questi casi, la caduta dei capelli sarà solo un sintomo e la malattia stessa può colpire altri organi, rappresentando una minaccia per la vita. Inoltre, è necessario il ricovero in ospedale se si sospetta la malattia da radiazioni, poiché è difficile stabilire immediatamente quale dose di radiazione ha ricevuto il paziente e quali organi sono danneggiati..

Se l'alopecia è secondaria o appare come un sintomo di un'altra malattia, prima di tutto, cercano di curare la patologia sottostante. Se dopo questa crescita dei peli non riprende, passano al trattamento locale. Sarà diverso per ogni tipo di alopecia.

Trattamento per l'alopecia androgenetica

Il trattamento dell'alopecia androgenetica è spesso ridotto all'uso di farmaci ormonali che bloccano i recettori del diidrotestosterone o ne riducono il rilascio. In questo caso, il trattamento sarà diverso per uomini e donne. Le dosi di farmaci e la forma del loro uso sono calcolate sulla base di analisi (in base al contenuto di vari ormoni nel sangue).

Nel trattamento dell'alopecia androgenetica, vengono utilizzati i seguenti farmaci:

  • preparati a base di erbe con azione antiandrogena (chronostim, tricostim, 101G);
  • minoxidil 2 - 5%;
  • finasteride (per uomini) 1 mg al giorno;
  • ciproterone acetato: per le donne;
  • alle donne possono anche essere prescritti contraccettivi orali combinati Diane-35 o Silest.
Tale trattamento deve essere assunto a lungo, per diversi mesi. Va tenuto presente che l'assunzione di farmaci ormonali può avere una vasta gamma di effetti collaterali. L'interruzione del trattamento porta spesso al fatto che i capelli ricominciano a cadere. Il pieno recupero può verificarsi se il livello degli ormoni viene modificato a causa della patologia. Se il programma genetico viene attuato a causa dell'invecchiamento, il trattamento deve essere preso costantemente per preservare i capelli. È rilevante anche dopo il trapianto di capelli, poiché protegge i capelli trapiantati dalla caduta prematura dei capelli..

Trattamento per l'alopecia areata

Il trattamento dell'alopecia areata non dà sempre buoni risultati, poiché la causa e il meccanismo dello sviluppo di questa malattia non sono noti. Molto spesso, viene prescritto un trattamento preventivo per vari disturbi che potrebbero causare questa malattia. Sono anche prescritte immunoterapia di supporto e terapia vitaminica.

Con alopecia areata è prescritto il seguente trattamento:

  • eliminazione dei focolai cronici di infezione (carie, tonsillite cronica o otite media, ecc.);
  • Vitamine del gruppo B;
  • preparati multivitaminici (novofan, revalid, fitoval, vitrum, ecc.);
  • agenti immunostimolanti (isoprinosina 50 mg per 1 kg di peso corporeo al giorno, in 4 dosi divise);
  • farmaci glucocorticosteroidi - secondo le indicazioni;
  • Terapia PUVA - trattamento dell'apparato con radiazione ultravioletta, 2-3 procedure a settimana;
  • dalargin per via intramuscolare 1 mg una volta al giorno;
  • ossido di zinco o solfato di zinco - all'interno;
  • pentossifillina dentro 0,1 g due volte al giorno;
  • unguenti e creme vengono utilizzati dopo l'interruzione della caduta dei capelli (vasodilatatori, qignolina 0,5 - 1%, unguenti glucocorticosteroidi, minoxidil 2 - 5%);
  • localmente soluzione di betametasone;
  • sedativi per eliminare i disturbi nervosi e la pressione intracranica (prescritti da un neuropatologo dopo la consultazione).
Come notato sopra, il recupero può avvenire spontaneamente dopo l'interruzione del trattamento. È molto difficile prevedere nelle prime fasi esattamente quando inizierà la crescita dei capelli. Tuttavia, nei giovani pazienti, prima o poi, il recupero si verifica nell'80 - 90% dei casi..

È possibile curare l'alopecia?

Con l'attuale livello di sviluppo della medicina, non si può dire che ci siano tipi incurabili di alopecia. Molto spesso, i medici riescono a fermare la perdita di capelli patologica. Possono sorgere problemi con l'alopecia cicatriziale, quando i follicoli piliferi stessi vengono distrutti o ricoperti di tessuto connettivo. Quindi il trattamento farmacologico sarà inutile e dovrai ricorrere al trapianto di capelli..

Inoltre, sorgono alcune difficoltà nel caso dell'alopecia androgenetica negli uomini dopo 40 anni. Il fatto è che la perdita di capelli in questo caso è di solito geneticamente programmata ed è abbastanza difficile fermarla. Il trattamento a lungo termine con farmaci ormonali, che sono i più efficaci, può avere molti effetti collaterali.

Trapianto di capelli per calvizie

Come notato sopra, in molti casi, i processi degenerativi nei follicoli piliferi sono irreversibili, quindi il trattamento conservativo con i farmaci non dà l'effetto desiderato. In questo caso, esiste un'opzione per una soluzione chirurgica al problema: il trapianto di capelli. Poiché i capelli sulla parte parietale e frontale della testa spesso si assottigliano e cadono, di solito piccoli lembi di pelle dalla parte posteriore della testa vengono trapiantati in questa zona. Tale lembo è diviso in strisce separate e posizionato sulla zona di calvizie. Poiché i follicoli piliferi sul lembo del donatore vengono preservati, la crescita dei peli viene preservata con un trapianto riuscito. Questo tipo di trapianto fornisce una distribuzione uniforme dei capelli sulla testa ed è efficace per l'alopecia focale.

Un'altra opzione per il trapianto è il metodo follicolare. In questo caso, un apparato speciale rimuove i follicoli dall'area del donatore e li impianta nell'area della calvizie. Quindi puoi trapiantare i capelli alla testa da altre parti del corpo. L'efficacia di questo metodo nelle principali cliniche raggiunge il 95%. Quando si tratta di alopecia cicatriziale, i chirurghi plastici rimuovono innanzitutto il tessuto cicatriziale nell'area calva, poiché è meno adatto all'impianto di follicoli (ha meno vasi sanguigni).

Nel trattamento della calvizie con trapianto di capelli, si possono notare i seguenti svantaggi:

  • la formazione di cicatrici e cicatrici sulla zona donatrice durante il trapianto di lembi cutanei;
  • perdita di capelli nelle prime settimane dopo il trapianto di trapianto (tuttavia, quando la pelle guarisce, dopo alcuni mesi, la crescita dei capelli di solito riprende);
  • possibili lievi variazioni di colore nei capelli trapiantati con il metodo follicolare;
  • è molto difficile trapiantare così tanti capelli per garantire una crescita densa (non tutti i follicoli mettono radici);
  • il trapianto follicolare rimane una procedura piuttosto costosa;
  • se trapianti i capelli con qualsiasi metodo, ma non identifichi la causa della calvizie iniziale, è probabile che i capelli cadano di nuovo.

Quali sono i rimedi popolari per la caduta dei capelli?

Esistono molti rimedi naturali che possono aiutare con la caduta dei capelli dal cuoio capelluto. Tuttavia, la loro efficacia nella maggior parte dei casi è molto relativa. L'alopecia può essere causata da molte cause diverse e ogni medicina tradizionale di solito affronta solo una di esse. Pertanto, l'uso di questi fondi senza consultare un dermatologo può essere semplicemente inefficace. Ad esempio, è inutile utilizzare maschere nutrienti se la causa della calvizie è un processo infettivo e viceversa..

Tuttavia, in generale, quando si capiscono le cause della caduta dei capelli e si scelgono le ricette giuste, i rimedi popolari possono essere molto efficaci. Inoltre, sono raccomandati da molti specialisti nei casi in cui il paziente ha controindicazioni (ad esempio allergie) per il trattamento con farmaci farmacologici convenzionali. L'aglio è considerato uno dei rimedi più efficaci per la calvizie..

Esistono i seguenti rimedi popolari a base di succo d'aglio:

  • Alternanza di pappa da aglio tritato e cipolle tritate. I grup vengono strofinati a giorni alterni, di notte, coprendo l'area della caduta dei capelli con un sottile strato di pappa.
  • Il succo di aloe è mescolato con succo di aglio in proporzioni uguali. Successivamente, aggiungi un po 'di miele. La miscela viene sfregata sui capelli diradati prima dello shampoo per 2-4 minuti. Successivamente, lava i capelli con shampoo normale..
  • Il succo viene filtrato dalla pappa all'aglio. Inoltre, a seconda del tipo di capelli (con l'inizio dell'alopecia), viene aggiunto olio vegetale. Il suo volume dovrebbe essere compreso tra il 10 e il 50% del volume del succo d'aglio. Con i capelli asciutti, la percentuale di olio è più alta e con i capelli grassi - meno.
L'aglio contiene olii essenziali, vitamina C, composti dello zolfo e molti altri nutrienti. In parte hanno un effetto disinfettante, in parte - nutrono il cuoio capelluto con i microelementi necessari. Per questo motivo, i follicoli piliferi funzionano meglio. Tuttavia, il trattamento con questi farmaci presenta uno svantaggio significativo. L'odore repulsivo specifico diventa un problema per i pazienti, poiché devono usare questo trattamento per molto tempo.

Le seguenti erbe sono alternative al trattamento con aglio:

  • Decotto di radici di bardana. Le radici vengono messe in una casseruola e riempite d'acqua (fino a quando non copre completamente le radici). Metti la casseruola a fuoco basso o in forno e cuoci a fuoco lento fino a quando le radici sono bollite. Quindi il brodo viene rimosso dal fuoco e mescolato mentre si raffredda. La miscela risultante viene posizionata su punti calvi due volte al giorno..
  • Brodo di olivello spinoso. 100 g di bacche di olivello spinoso e 100 g di rami giovani tritati (con foglie) vengono macinati in una massa omogenea. Ad essa vengono aggiunti 200 ml di acqua bollente e la miscela risultante viene fatta bollire per altri 7-10 minuti. Dopo il raffreddamento, la massa risultante viene sfregata nelle radici dei capelli e lasciata per mezz'ora. Quindi la maschera viene lavata via con acqua calda. Se la perdita di capelli è causata da una mancanza di nutrienti o disturbi metabolici, il risultato sarà evidente dopo 2 settimane di procedure giornaliere.
  • Infuso di calendula. Le infiorescenze di calendula vengono versate con vodka o alcool diluito nel rapporto da 1 a 10. L'infusione avviene in un recipiente ben chiuso per 24 ore. L'infusione risultante viene aggiunta a un bicchiere di acqua bollita (1 cucchiaio per bicchiere) e bevuta due volte al giorno.
  • Fiori di tiglio. 5 cucchiai di fiori di tiglio versare 1 litro di acqua bollente e raffreddare. L'infusione risultante risciacqua i capelli dopo il lavaggio.
I rimedi sopra possono aiutare a rallentare il processo di calvizie. Tuttavia, se i capelli sono già caduti a causa di disturbi ormonali o altre patologie, queste procedure non avranno l'effetto desiderato. Quindi dovresti consultare un dermatologo per chiarire le cause dell'alopecia e iniziare il trattamento farmacologico.

Qual è la prevenzione della calvizie?

Poiché in molti tipi di alopecia (ad esempio con alopecia areata), le cause e i meccanismi dello sviluppo della malattia non sono completamente compresi, non esistono misure preventive efficaci specifiche. Per ridurre la probabilità di malattia, dovresti considerare attentamente la cura dei capelli e cercare di escludere vari fattori avversi che possono indebolirli..

Le seguenti raccomandazioni possono essere attribuite alla prevenzione dell'alopecia:

  • lavare i capelli regolarmente con shampoo nutrienti o altri prodotti per la cura dei capelli;
  • indossare cappelli con tempo freddo e caldo per proteggere il cuoio capelluto dagli effetti di temperature estreme;
  • trattamento delle malattie croniche;
  • evitando l'uso a lungo termine di farmaci che possono causare alopecia;
  • contattare un dermatologo o un tricologo al primo segno di perdita di capelli in eccesso.
Poiché in alcune situazioni queste misure non proteggeranno ancora dall'alopecia e il trattamento potrebbe non avere successo, è necessario contattare tempestivamente anche gli specialisti in cosmetologia e i parrucchieri qualificati. Possono aiutare con i cambiamenti di immagine in modo che le manifestazioni della malattia siano meno evidenti. L'alopecia areata negli adolescenti può anche richiedere l'aiuto di uno psicologo. Va ricordato che molti tipi di questa malattia causano la caduta temporanea dei capelli e il recupero può avvenire spontaneamente, quasi in qualsiasi momento..

Qual è il tasso di perdita di capelli?

In generale, non esiste un unico tasso di perdita di capelli che funzioni per tutte le persone. Il fatto è che la perdita e la crescita dei capelli è un processo fisiologico completamente normale, che è influenzato da molti fattori. Questo indicatore può cambiare di giorno in giorno. In media, la norma è considerata una perdita di fino a 150 capelli al giorno e la persona più sana inevitabilmente perde ancora 40-50 capelli, ma il superamento della norma di 150 capelli non indica sempre una patologia..

Nel calcolare il tasso di caduta dei capelli, considerare quanto segue:

  • per le persone con i capelli rossi, ad esempio, i capelli stessi sono più spessi e cadono in quantità inferiore rispetto, ad esempio, alle bionde;
  • i capelli cadono più velocemente con un brusco cambiamento nella dieta, mentre il corpo si sta adattando al nuovo cibo;
  • dopo gravi stress psicoemotivi, una persona può perdere 2-3 volte più capelli, ma questo fenomeno dura solo 1-2 giorni;
  • Il conteggio della perdita di capelli viene eseguito meglio al mattino durante la normale pettinatura, poiché dopo aver lavato la testa, di solito cadono più capelli alla volta e il risultato sarà distorto;
  • i capelli in altre parti del corpo cadono in una quantità molto più piccola;
  • il conteggio della perdita di capelli non deve essere effettuato durante l'assunzione di antibiotici o altri farmaci potenti;
  • in inverno con forte gelo o in estate in calore, i capelli possono cadere di più;
  • tingere i capelli, raddrizzarli, arricciarli o tirarli regolarmente in una crocchia o coda di cavallo stretta può anche accelerare una volta la caduta dei capelli;
  • dopo il parto, il tasso giornaliero di caduta dei capelli è aumentato a 400 - 500 e questo può durare per diverse settimane.
Tuttavia, in tutti questi casi, non stiamo parlando di patologia, ma del normale impatto di fattori esterni e interni su un corpo sano. Naturalmente, se la norma viene notevolmente superata, dovresti comunque consultare un dermatologo o un tricologo. Con il loro aiuto, è possibile valutare non la quantità di capelli persi, ma i loro cambiamenti. Un'attenta analisi dei capelli persi può dire molto sui cambiamenti patologici nel corpo. Normalmente, i capelli non cadono dalla radice, le sue estremità mantengono la loro forma normale (non si dividono, non si dividono, ecc.). La presenza di questi cambiamenti indica la calvizie incipiente, anche se il paziente perde fino a 100 capelli al giorno..