Ammonio lauril solfato

Di recente, la rete è stata riempita di articoli su una nuova minaccia alla vita e alla salute umana. Stiamo parlando di lauril solfato di sodio negli shampoo e altri detergenti per la cura del corpo e del viso. Quanto è pericolosa questa sostanza? E vale la pena credere a tutto ciò che è scritto su Internet?

Composizione shampoo

Sul lato anteriore di tutte le bottiglie, i produttori scrivono solo una parte della composizione: questa è una mossa pubblicitaria. Ad esempio: "con olio di lavanda", "con vitamine", "con un complesso rigenerante" e altre iscrizioni cospicue. Ma per scoprire la vera composizione, devi guardare il retro della bottiglia, che elenca tutti i componenti del liquido di lavaggio. Quasi il 100% di tutti i gel e shampoo sono composti da:

  1. Acqua: un solvente universale.
  2. Tensioattivi: schiumano e rimuovono efficacemente l'olio dai capelli. Questi sono solo vari solfati, incluso lauril solfato. È quasi sempre presente nello shampoo.
  3. Conservanti: sostanze che garantiscono una lunga durata.
  4. Componenti ausiliari: fragranze e coloranti.

Solfati negli shampoo

Cos'è il lauril solfato di sodio nello shampoo? In effetti, uno dei seguenti componenti può essere presente nella composizione del liquido di lavaggio:

  • SLS - lauril solfato di sodio, lauril solfato, sale di acido lauril solforico. La polvere è bianca, in soluzione con acqua dà un colore giallo o marrone. La sostanza è infiammabile, biodegradabile e non forma composti tossici in caso di decomposizione.
  • SDS è lo stesso lauril solfato, ma con un'abbreviazione diversa. È sodio dodecil solfato, sodio dodecil solfato.
  • SLES - sodio laureth sulfate, sodio laureth, sodium lauryl sulfoacetate - che si trovano negli shampoo e nei gel con la stessa frequenza degli SLS, ma considerato più mite e più delicato.
  • SLA - dodecil solfato di ammonio, lauril solfato di ammonio nello shampoo - tensioattivo ad alta schiuma. A una maggiore concentrazione, può causare irritazione agli occhi, alla pelle e difficoltà respiratorie. Nocivo se ingerito.
  • ALES - analogo della SLA in gel e shampoo, ammonio laureth sulfate o ammonio laureth sulfate.
  • SMS e PMI - tensioattivi più morbidi, solfato di sodio e miristil etere solfato.

Tutte queste sostanze hanno la stessa proprietà: danno una schiuma spessa e molto delicata che rimuove rapidamente sporco e grasso dai capelli..

A cosa servono gli shampoo?

Tutti i solfati in shampoo e gel per il corpo vengono aggiunti per scopi specifici. L'azione del lauril solfato di sodio nello shampoo è la seguente:

  1. Sgrassanti. La formula chimica di tutte queste sostanze è tale che le molecole di tensioattivo catturano le particelle di grasso e le legano con acqua, fornendo in tal modo la purificazione. Pertanto, tutti i prodotti con solfati hanno buone proprietà detergenti e rimuovono facilmente le impurità da qualsiasi parte del corpo - da capelli, pelle, denti, ecc..
  2. Schiuma densa e voluminosa. Se schiumati con acqua, i solfati danno una buona schiuma, che è particolarmente apprezzata in prodotti come gel, saponi liquidi e shampoo.
  3. Stabilizzazione della composizione. In presenza di solfati, tutti gli altri componenti, anche quelli oleosi, si mescolano bene e mantengono le loro caratteristiche benefiche.

Ma la proprietà principale e molto importante dei solfati per tutti i produttori di prodotti per la pulizia è il loro prezzo basso. Ciò consente loro di essere incorporati in qualsiasi detergente per qualsiasi cosa..

Dove altro viene usato il lauril solfato?

La maggior parte degli shampoo contiene SLES o SLS. Entrambi i componenti possono essere presenti in diverse concentrazioni a seconda delle proprietà dichiarate dello shampoo: per i capelli grassi, la concentrazione è più alta, per i capelli normali e asciutti, è più bassa. Inoltre, queste sostanze, come altri solfati, sono utilizzate in altri prodotti cosmetici, ad esempio gel doccia, paste, saponi liquidi, creme, ecc..

Nell'industria alimentare, l'alloro solfato di sodio è un additivo E487, uno stabilizzante. La sostanza non deve essere consumata poiché tende ad accumularsi nel fegato e nella milza e causare danni significativi alla salute. Il danno è stato dimostrato ed è vietato nella maggior parte dei paesi. Tuttavia, il lauril solfato di sodio può ancora essere utilizzato nella produzione di prodotti chimici domestici, nonché negli studi clinici come irritante..

Qual è la differenza tra Lauryl Sulfate e Laureth Sulfate

Il sodio laurilsolfato etossilato nello shampoo è sodio laureth solfato (SLES). Il lauril solfato stesso è un prodotto derivato da petrolio o materie prime di cocco. Qual è la differenza tra sostanze ottenute da diverse materie prime? Sorprendentemente abbastanza da sentire, non sono diversi nella composizione chimica e la loro origine non influisce sulle loro qualità positive e negative..

Il laureth solfato di sodio è considerato meno dannoso di SLS, ma non è sicuro come sostengono i produttori..

Danno da solfati nei detergenti

Perché i solfati sono così pericolosi? I più pericolosi tra loro sono SLS, ALES, ALS. È stato dimostrato che il lauril solfato di sodio aggiunto agli shampoo causa i seguenti problemi:

  • Questa sostanza, infatti, agisce come un agente ossidante, grazie al quale vengono puliti i capelli e la pelle. Allo stesso tempo, rimane un film di ossido sulla superficie, che può causare prurito, bruciore, arrossamento e varie reazioni allergiche e con un uso prolungato su pelle sensibile - dermatite.
  • SLS, ALES, ALS distruggono la protezione idrolipidica sulla pelle.
  • SLS, ALES, ALS capelli secchi, rendendoli duri e fragili.
  • Quando si utilizzano prodotti che includono solfati di questo gruppo, le malattie del cuoio capelluto e la forfora si verificano più spesso..
  • Poiché SLS, ALES, ALS sgrassano fortemente i capelli, le ghiandole sebacee sulla testa iniziano a lavorare più attivamente. Ciò porta al fatto che i capelli alle radici rapidamente oleosi, il che richiede l'uso di shampoo. Si scopre un circolo vizioso.
  • SLS è in grado di penetrare in profondità nel corpo e accumularsi in vari tessuti. Con un aumento della concentrazione, provoca un cambiamento nella composizione delle cellule e può causare la comparsa di cataratta e persino tumori.

Nota: anche i produttori che, in effetti, inseriscono il lauril solfato di sodio in shampoo e gel, notano che questa sostanza non è del tutto sicura, ma questo non è un motivo per l'isteria di massa. In generale, SLS è irritante, ma non cancerogeno. Può causare alcuni problemi nelle persone inclini alla dermatite, a volte contribuisce alla formazione di ulcere nella cavità orale (nella composizione del dentifricio), ci sono anche prove locali dagli USA che a una certa concentrazione di SLS aumenta il rischio di cataratta. Tuttavia, secondo gli esperti della Cosmetic Ingredients Review, né il lauril solfato di sodio nello shampoo né il lauril solfato di ammonio producono effetti cancerogeni o embriotossici. Mentre l'effetto irritante aumenta con l'aumentare della concentrazione e della durata dell'esposizione.

Per quanto riguarda SLES (sodio laureth solfato), nel 1983 è stato riconosciuto come un ingrediente innocuo. E in generale, dà quasi gli stessi sintomi collaterali, cioè prurito, secchezza, fragilità e perdita di capelli. In effetti, SLES irrita meno la pelle, ma la secca anche..

Inoltre, ci sono fonti separate che sostengono che il laurilsolfato di sodio è anche in grado di creare sostanze pericolose con un effetto cancerogeno in reazione con altri componenti..

Tradimenti sull'etichetta

Per capire cosa c'è esattamente nello shampoo, devi imparare a leggere l'etichetta. Le abbreviazioni SLS, ALES, ALS indicano chiaramente che all'interno della bottiglia sono presenti i solfati più pericolosi. Tuttavia, non dovresti aspettarti nulla di buono da altri tensioattivi come SDS, ALES, SMS e SMES - diventeranno rapidamente capelli secchi e fragili..

Le parole "solfato", "solfacile", "solfacetato" o "solfato" nell'elenco dei componenti indicano anche che la composizione contiene solfati.

Poiché di recente la presenza di lauril solfato di sodio nello shampoo non è apprezzata da tutti gli acquirenti, i produttori sono ingannevoli: scrivono a grandi lettere: "WITHOUT SLS", il che non significa che non ci sia altra sostanza simile nell'elenco dei componenti. Pertanto, al momento dell'acquisto, è necessario leggere tutto ciò che è scritto nella stampa più piccola..

Le aziende più senza scrupoli mascherano il contenuto di solfati con vaghe descrizioni come "prodotti a base di cocco". Pertanto, nel negozio, dovresti scegliere shampoo con l'elenco dei componenti più accurato e dettagliato..

Alternativa

Quali shampoo sono privi di lauril solfato di sodio? Questo è un gruppo ampio e altamente pubblicizzato di shampoo senza solfati di vari produttori. Tuttavia, prima di correre al negozio per un nuovo prodotto, è necessario ricordare quanto segue:

  • Tutti gli shampoo senza solfati sono più costosi di quelli a base di solfati. E questo non è dovuto all'avidità del produttore, ma al fatto che i componenti di una composizione così sicura sono più costosi.
  • I detersivi senza SDS, ALES, SMS, SMES, SLS, ALES, ALS non possono anche schiumare, quindi perdere il solfato.
  • Molti shampoo senza solfati non sciacquano bene il cuoio capelluto e i capelli non sembrano abbastanza puliti dopo di loro..
  • Il loro consumo è più elevato e la bottiglia termina rapidamente.

Quindi è necessario abituarsi alla nuova composizione o utilizzare sapone solido o detergenti fatti in casa a base di tuorlo d'uovo e noci di sapone..

Dovrei rinunciare agli shampoo solfati??

Tutta l'isteria sugli effetti dannosi del lauril solfato ricorda una situazione simile con l'aceto. È anche dannoso e tossico, ma a moderata concentrazione è ampiamente usato in cucina. Quindi se non bevi shampoo con solfati e non lo lasci sulla pelle per molto tempo, allora è del tutto possibile usarlo..

Puoi anche, per la tua tranquillità, sostituire tutti gli shampoo con sodio o ammonio lauril solfato per prodotti più sicuri con SLES (sodio laureth solfato). Oppure usa shampoo con detergenti più delicati come betaina, saccarosio laurato, lauril glucoside e decil glucoside.

Additivi buoni e cattivi - solfati negli shampoo

Ammettilo, da quando ti sei interessato alla composizione del tuo shampoo? Sono il primo a essere sincero. Mi sono svegliato dopo che i produttori hanno impostato gli accenti. Tra gli shampoo impreziositi dalle allettanti promesse degli esperti di marketing, ci sono prodotti modestamente etichettati con la frase "senza solfati". Ma questa nota per molti è l'argomento principale al momento dell'acquisto! Propongo di capire se sono necessari i solfati negli shampoo e il modo migliore - con o senza di essi?

Cosa sono i solfati

Ricordando le lezioni di chimica della scuola! I solfati sono sali di acido solforico. Per i produttori di cosmetici, fungono da componente efficace ed economico che migliora le proprietà dei prodotti: shampoo con solfati schiume perfettamente, rimuove le impurità, lava "a squittire". Questa praticità spiega la popolarità dei sali: oggi vengono aggiunti ai prodotti chimici domestici, ai cosmetici e ai dentifrici per bambini..

Spero che non pensi di lodare i solfati? Questo componente è buono per i produttori di cosmetici economici (e talvolta piuttosto costosi), ma può danneggiare i consumatori. Danni provati di solfati negli shampoo:

  • irritare il cuoio capelluto;
  • può causare allergie;
  • provocare acconciature "soffici";
  • favorire la caduta dei capelli (con uso regolare).

Secondo cittadini sospetti, lo shampoo con solfati può ritardare lo sviluppo di bambini e adolescenti, portare alla calvizie e persino all'oncologia. Pieno di paura?

Perché aggiungere questi solfati dannosi agli shampoo

Perché i produttori rischiano la nostra salute e usano questi ingredienti terribili? Sì, perché non ci sono dati confermati sul loro pericolo. I solfati non provocano alcuna malattia, non influenzano la funzionalità del corpo. Ma conferiscono ai cosmetici proprietà eccellenti.

  1. Wash off silicone - un fedele compagno di gel e vernici per lo styling.
  2. Elimina la forfora rivelando le squame dei capelli e promuovendo la penetrazione profonda dei componenti antiforfora.
  3. Schiuma eccellente e quindi economica da usare.
  4. Lucentezza istantanea, volume, morbidezza dei capelli: il merito della chimica nei cosmetici. E compresi i sali.

Con l'uso regolare, i solfati indeboliscono le funzioni protettive della pelle, che è associata a effetti collaterali come perdita di capelli, elettrificazione, secchezza. Ma anche questo problema si applica solo a coloro che trascurano l'assistenza completa! I cosmetici moderni sono pieni di ingredienti che neutralizzano le proprietà dannose dei solfati. A proposito, questo è uno dei motivi per cui vale la pena acquistare shampoo e balsamo (o balsamo) della stessa serie..

Come trovare shampoo senza solfati

La questione dei pericoli dei solfati e di altri prodotti chimici nei cosmetici sta diventando più acuta. Alcuni produttori sono persino imbarazzati per la presenza di sali nei loro prodotti e li cospirano attentamente. Ma questi trucchi non funzioneranno per te! E se hai intenzione di acquistare shampoo senza solfati, presta attenzione alla composizione. Stiamo cercando sali in prima fila, in seconda o terza posizione.

La designazione di solfati negli shampoo (più comuni):

  • SLS (lauril solfato di sodio). Il più aggressivo e quindi pericoloso tra i suoi simili.
  • SLES (laureth solfato di sodio). Solfato più silenzioso di SLS. Ma lava la pelle allo stesso modo, "fino a quando non cigola".
  • ALS e ALES - (ammonio laurilsolfato e laureth solfato). Solfati che non dovresti assolutamente confondere. Le sostanze cancerogene aggressive entrano facilmente nel corpo attraverso la pelle.

Come capire che lo shampoo è privo di solfati? La sua composizione è minimalista. Non ci sono tensioattivi crittografati e neutralizzanti associati e componenti naturali fungono da base di lavaggio: olio di cocco, corteccia di albero di sapone, glucosio (glucoside) di alcuni prodotti. Questi ingredienti sono ottimi sostituti di sali aggressivi, ma costano molto di più..

Chi ha bisogno di shampoo senza solfati?

Sulla base dei pro e dei contro dei solfati, puoi facilmente decidere l'acquisto di uno shampoo. Tuttavia, non sempre e non tutti hanno una scelta: a volte l'uso di un agente privo di solfati è una necessità. Ciò è dovuto al fatto che le particelle di sale allentano i capelli, lavando via tutto da esso: sporco, sostanze chimiche, prodotti per lo styling, pigmenti coloranti. Pertanto, nei casi elencati di seguito, si consiglia vivamente di utilizzare solo shampoo detergenti naturali..

  1. Dopo il cambio di colore: colorazione, tonalità, evidenziazione, ecc..
  2. Se i capelli sono danneggiati, si spezzano o cadono.
  3. Dopo laminazione, raddrizzamento della cheratina, botox, permanente e styling a lungo termine.
  4. Con una maggiore sensibilità del cuoio capelluto, manifestata da prurito, arrossamento, senso di oppressione.

I solfati sono dannosi per l'ambiente. Pertanto, anche tutti coloro che hanno a cuore l'ambiente dovranno abbandonarli..

Solfati in shampoo coreani e giapponesi

Oggi non è facile trovare cosmetici completamente naturali: i moderni componenti chimici semplificano notevolmente la vita e sono relativamente sicuri, quindi perché escluderli dalla produzione? I nostri favoriti asiatici, che promuovono formulazioni naturali e cosmetici sicuri, anche "peccano" aggiungendo solfati agli shampoo. Non è solo un'altra conferma che i sali sono sicuri per la salute??

I marchi che si rivolgono ai clienti più esigenti non potrebbero rinunciare a formulazioni biologiche. Naturalmente, nel loro assortimento c'era un posto per shampoo senza solfati:

Quando passi da shampoo solfato a organico, preparati a perdere volume e lucentezza nei capelli. Non appena tutti i componenti chimici vengono lavati via, la bellezza e la salute naturali torneranno ai fili.!

Riassumere

Ora sai quali rimedi per fidarti dei tuoi capelli e come identificare uno shampoo privo di solfati. Con te il diritto di scegliere, con me un consiglio. Non essere categorico. La composizione dello shampoo senza solfati è ovviamente più rispettosa dell'ambiente, ma non è in grado di far fronte a un forte inquinamento (causato in particolare dai prodotti per capelli e fissanti). L'opzione migliore è combinare materia organica e sale. O rifiutare qualsiasi sostanza chimica che viene a contatto con i capelli: vernici, gel, mousse, cosmetici con siliconi. Personalmente, sono debole e tu? ;)

La recensione per te è stata preparata da me, Nastya Vorobyova. Grazie a tutti per l'attenzione e... presto discuteremo di parabeni con siliconi! =)

Perché è importante acquistare shampoo senza solfati?

Il sodio lauril solfato (SLS) è un prodotto raffinato a basso costo con un forte effetto detergente. Utilizzato per pulire, schiumare e sciogliere i grassi.

Puoi guardare la composizione di tutti gli shampoo nel tuo supermercato più vicino. Circa il 100% di essi avrà solfati nell'elenco dei componenti, anche se gli esperti di marketing cercheranno di nasconderli con parole incomprensibili. Allo stesso tempo, shampoo costosi in negozi specializzati sfoggeranno le iscrizioni "senza solfati"?

Ricordate quanto gli shampoo si insaponano nella nostra infanzia? Ma ora lo shampoo più economico ha un'eccellente schiuma densa e duratura, che è così piacevole da sciacquare i capelli. Tutto questo grazie alla nascita di SLS!

Come già sapete (dal nostro precedente articolo sui parabeni), non tutte le sostanze "dannose" sono effettivamente dannose. Forse le proprietà pericolose dei componenti sono attribuite agli esperti di marketing che cercano un modo per venderti prodotti più costosi. Vediamo come vanno le cose con questo componente.?

Acure Organics rende shampoo privi di parabeni, solfati e ftalati.

Che cos'è il lauril solfato di sodio?

Il lauril solfato di sodio (o laurilsolfato di sodio) si trova nel 98% di shampoo, gel doccia e saponi liquidi. Questa sostanza è nascosta sotto i nomi: dodecil solfato di sodio, PEG, SMS, PMI, estere monododecilico. Il fratello gemello è ammonio laurilsolfato (ALS o ALES).

Sebbene i produttori possano indicare "derivati ​​dall'olio di cocco", SLS è un prodotto raffinato. Questa è una sostanza sintetica.

Se hai familiarità con la chimica, hai già intuito che queste sostanze sono sali di sodio dell'acido laurilsolfonico. Sono molto economici da produrre, pur essendo corrosivi e corrosivi..

Per evitare che si senta l'effetto dannoso di SLS, i produttori diluiscono la sostanza con una massa di altri componenti che dovrebbe rimuovere l'irritazione dalla pelle. Ad esempio, il sapone liquido contenente lauril solfato si accompagna spesso all'aloe vera. Questo è uno stratagemma di marketing eccellente, perché la confezione dirà "con polpa di aloe vera naturale"!

Applicazione

Il lauril solfato di sodio si trova in quasi tutti i cosmetici, questi sono:

  1. shampoo
  2. sapone liquido
  3. gel per la doccia
  4. gel detergenti
  5. struccante
  6. schiuma da bagno
  7. Dentifricio

SLS si trova anche nei prodotti per l'igiene intima. Sul serio! Aggiungono persino questa sostanza chimica nelle salviettine umidificate per bambini..

Questo prodotto viene usato per rimuovere sporco e grasso e fa un ottimo lavoro. Dopo aver pulito la pelle con un prodotto contenente SLS, diventa davvero pulito. SLS può aiutarti a rimuovere il grasso da una padella o pulire la toilette. Ma cosa succede alla pelle??

Naturalmente, non siamo i primi a porre questa domanda. La medicina ha a lungo capito tutto. Quindi SLS è usato in medicina quando è necessario causare irritazione alla pelle. Dopotutto, è necessario testare in qualche modo i mezzi per alleviare l'irritazione?

shampoo popolari con solfati

Che cos'è il laureth solfato di sodio?

Questo è un altro membro della famiglia SLS. Ha una forte proprietà schiumogena. Tipicamente, SLES viene aggiunto agli shampoo in modo che una formulazione economica abbia la spessa schiuma di uno shampoo concentrato costoso. Basta una goccia di questo prodotto a base di olio e uno shampoo per penny inizia a schiumare alla grande e deterge perfettamente i capelli fino alle radici.!

SLES è meno dannoso per noi del lauril solfato di sodio stesso, è meno irritante per la pelle, ma aiuta a seccarlo. Tuttavia, SLES reagisce anche con altri componenti e costituisce una minaccia se accumulato nel corpo.

Il danno di SLS alla tua salute

Ci sono stati molti studi sui pericoli di SLS:

  • Il solfato di laurile ossida la superficie della pelle, lasciandoci sopra un film. Possono verificarsi arrossamenti, prurito e desquamazione;
  • Con l'uso regolare di prodotti con SLS, è possibile una reazione allergica;
  • SLS asciuga i capelli, rompe la sua struttura e favorisce le doppie punte;
  • Le radici dei capelli rimangono oleose dopo aver usato lo shampoo SLS, quindi lo shampoo deve essere usato più spesso (a causa del fatto che il prodotto rimuove il grasso, il corpo stimola le ghiandole sebacee);
  • I solfati di laurile formano un legame con altri componenti dei cosmetici, il cui risultato può essere cancerogeno.

Se questo non è abbastanza per te, allora SLS si accumula nel corpo attraverso la pelle. Il rimedio può essere trovato nel fegato, nei reni, nel cuore e persino nel cervello umano. Quando il lauril solfato si accumula nel corpo, può cambiare la composizione delle cellule, causando cataratta o guasti del sistema immunitario..

Parere ufficiale sui pericoli di SLS

Se n'è andato. Nel 1983, gli esperti di The Cosmetic Ingredient Review decisero che non vi era alcun danno da questo componente..

Nel corso dei prossimi 30 anni sono stati condotti numerosi studi su questa sostanza, che hanno stabilito possibili danni all'organismo. È stato dimostrato il fatto dell'accumulo di SLS nel corpo, dell'essiccazione della pelle, delle reazioni allergiche e di tutto ciò di cui abbiamo scritto sopra.

A proposito, esperimenti sui ratti hanno mostrato un vero pericolo nell'accumulo di un'alta concentrazione di SLS nel sangue. Quindi 1,1 g / kg della sostanza hanno causato depressione nei ratti, difficoltà respiratorie e morte di 4 animali su 20. Nei conigli, la sostanza ha causato compromissione della vista. Allo stesso tempo, l'uso di SLS a bassa concentrazione non ha causato cambiamenti nello stato degli animali, anche con un uso prolungato..

La nostra recensione

Mentre i parabeni hanno lasciato domande sul loro uso, SLS è un male evidente che deve essere evitato..

Le persone inclini alle allergie, le ragazze che controllano le condizioni della loro pelle, sono semplicemente controindicate all'uso di prodotti contenenti SLS nella loro composizione.

Prima di tutto, presta attenzione ai prodotti per la cura della pelle dei bambini. È soggetta alle allergie, quindi non usare la chimica in più sul tuo bambino..

Non ci si può fidare di prodotti che dicono "approvati dai dermatologi", "approvati per i bambini" e altri. Contengono anche sodio lauril solfato. L'abbiamo visto con i nostri occhi.

L'uso limitato di prodotti contenenti SLS non porterà a problemi di salute, ma dovrebbe essere evitato quando possibile. Cerca un nuovo shampoo senza solfati su iHerb e ordina a tuo marito un'altra schiuma da barba.

È altamente sconsigliato l'uso di creme e altri prodotti che rimangono a lungo sulla pelle. Oltre ad assorbire più SLS da questi prodotti, asciugano la pelle più dei prodotti di risciacquo..

Acquista shampoo senza solfati

Anche su Ayherb, molti shampoo contengono SLS nella loro composizione. Ti consigliamo di dare un'occhiata più da vicino agli shampoo Acure Organics, sono solfati e senza parabeni. Inoltre, i buoni shampoo sono prodotti dal marchio Pura D'or, di cui non ti abbiamo ancora parlato..

Anche i nostri shampoo preferiti di Jason Naturals e Madre Labs fanno parte della SLS, quindi fai attenzione!

Marchi di shampoo e balsamo

Shampoo che utilizzano attivamente SLS:

  • Chiaro
  • Garnier Fructis
  • Johnson's Original Baby Wash
  • Loreal everpure
  • Mane 'N Tail

Più sicuro, ma non naturale:

  • Ascia
  • Colomba + cura
  • Testa spalle
  • Pantene pro-v

Naturale:

  • Una cura
  • Atteggiamento
  • le api di Burt
  • Mamma Terra
  • Eucerin
  • Umidità di karitè

Vuoi comprare un supplemento?

Raccomandiamo di ordinarli da iHerb. Questo negozio offre la consegna dagli Stati Uniti di oltre 30.000 prodotti di qualità a prezzi convenienti..

Nadezhda Smirnova, caporedattore

Pubblicato: 2017-02-05
Modificato: 17-06-2019

Nadezhda è responsabile della selezione degli autori e della qualità dei nostri materiali.

Ammonio laurilsolfato - Ammonio laurilsolfato

Solfato di ammonio laurile
nomi
Nome IUPAC
Altri nomiIdentifiersproprietàA PARTIRE DAL 12 N 29 NO 4 SMassa molare283,43 g / molAspettoliquido viscoso giallastrodensità1,02 g / cm 3Punto di ebollizione418 ° C (784 ° F; 691 K) Controllo Y (cosa?) Sì N Collegamenti infobox

Ammonio lauril solfato (BAS) è il nome generico per ammonio dodecil solfato (CH 3 (CH 2 ) dieci CH 2 OSO 3 NH 4 ) La molecola è composta da una lunga catena di idrocarburi non polari e un gruppo terminale di solfato polare, la cui combinazione rende il materiale un tensioattivo. Questi due componenti consentono al composto di dissolversi tra molecole polari e non polari. La SLA è classificata come alchil solfato ed è un tensioattivo anionico che si trova principalmente negli shampoo e nel lavaggio del corpo come agente espandente. I lauril solfati sono tensioattivi a schiuma molto elevata che interrompono la tensione superficiale dell'acqua, in parte attraverso la formazione di micelle attorno a molecole d'acqua altamente polari all'interfaccia superficie-aria. La SLA ha un pH leggermente inferiore a 7 che lo rende leggermente acido.

soddisfare

Azione in soluzione

Come molti altri tensioattivi, il lauril solfato di ammonio costituisce una buona base per i detergenti grazie al modo in cui rompe i legami idrogeno nell'acqua. (Questi sono legami idrogeno, che sono i principali responsabili dell'alta tensione superficiale dell'acqua.) In soluzioni acquose (a base d'acqua), anioni lauril solfato e cationi di ammonio si dissociano l'uno dall'altro. Al di sopra della concentrazione critica di micelle, gli anioni si attaccano quindi alle micelle, in cui formano una sfera con teste di porzione di solfato polare, idrofile sulla parte esterna (superficie) della sfera e code non polari, idrofobiche che puntano verso l'interno verso il centro. Le molecole d'acqua intorno alla micella, a loro volta, si allineano attorno alle teste polari, il che interrompe la loro capacità di legame idrogeno con altre molecole d'acqua vicine. L'effetto complessivo di queste micelle è di ridurre la tensione superficiale della soluzione, che offre una maggiore capacità di penetrare o "bagnare" varie superfici, comprese le strutture porose come tessuti, fibre e capelli. Di conseguenza, ciò consente alla soluzione di dissolvere più facilmente suoli, lubrificanti, ecc., in e su tali substrati.

sicurezza

Ad alte concentrazioni, questa molecola può causare gravi irritazioni agli occhi e alla pelle. L'inalazione può irritare le vie respiratorie. L'ingestione può causare irritazione.

In un rapporto del 1983 del Cosmetic Ingredients Review, gli shampoo contenenti fino al 31% di SLA hanno registrato 6 denunce di salute su 6,8 milioni di unità vendute. Questi disturbi includevano due pruriti al cuoio capelluto, due reazioni allergiche, un danno ai capelli e un disturbo all'irritazione degli occhi..

Il rapporto CIR ha concluso che sia il sodio che l'ammonio, il lauril solfato “sembrano essere sicuri in formulazioni destinate ad un uso intermittente a breve termine seguito da un accurato risciacquo dalla superficie della pelle. Nei prodotti destinati all'uso a lungo termine, la concentrazione non deve superare l'1% ".

Il progetto di valutazione del rischio umano e ambientale (HERA) ha condotto uno studio approfondito di tutti gli alchil solfati, poiché tali risultati trovati si riferiscono direttamente alla SLA. La maggior parte dei solfati alchilici ha una bassa tossicità acuta per via orale, nessuna tossicità per via cutanea, irritazione cutanea dipendente dalla concentrazione e irritazione oculare dipendente dalla concentrazione. Non hanno sensibilizzato la pelle e non sembra essere cancerogeno in uno studio di due anni su ratti. Il rapporto ha osservato che le catene di carbonio più lunghe (16-18) erano meno irritanti per la pelle rispetto alle catene di lunghezza 12-15 atomi di carbonio. Inoltre, le concentrazioni inferiori all'1% erano sostanzialmente non irritanti mentre concentrazioni superiori al 10% hanno ricevuto irritazione cutanea da moderata a grave..

Impatto professionale

Il CDC riferì di occupazioni che erano regolarmente esposte alla SLA tra il 1981 e il 1983. Durante questo periodo di occupazione, con il maggior numero di lavoratori esposti registrati come infermieri, seguiti da vicino dai direttori di pompe funebri.

mercoledì

Il progetto GERA ha anche condotto una revisione ambientale degli alchil solfati, che ha rilevato che tutti gli alchil solfati sono prontamente biodegradabili e le operazioni standard di trattamento delle acque reflue hanno rimosso il 96-99,96% della catena corta (12-14 atomi di carbonio) alchil solfati. Anche in condizioni anaerobiche, almeno l'80% della biodegradazione originale dopo 15 giorni con un 90% di degradazione dopo 4 settimane.

Gel lavamani per mani Yves Rocher Hamamelis - recensione

Ammonio lauril solfato, tannini e vasocostrittori ?! Yves Rocher, sei serio?

Per cominciare, non mi piacciono affatto gli odori pungenti. Tutti i prodotti chimici domestici sono praticamente inodori o si sciacquano molto bene senza lasciare un aroma!

Detersivi in ​​polvere (ad esempio, Proprete per il bianco inodore, Tortilla per il colore inodore), cosmetici per il lavaggio, detersivi per piatti - tutti superano la mia rigorosa selezione olfattiva!

Tranne, forse, gel doccia - qualcuno potrebbe dire che sono incoerente in questo, ma per me la loro funzione è proprio quella di lasciare un piacevole profumo romantico dopo di me)))

Yves Rocher Gel lavaggio a mano Gamamelis Tenerezza che ho comprato per la prima volta. Ti dirò cosa mi ha fatto sentire male per lui!

Gel detergente per mani Yves Rocher / Yves Rocher Hamamelis

Prezzo: 105 UAH (250 rubli)

Volume: 300 ml

Produttore: Francia

Promesse del produttore:

Yves Rocher promette che questo sapone liquido Witch Hazel non secca la pelle e dona alle mani "straordinaria tenerezza".

I ricercatori di Yves Rocher Herbal Cosmetics® hanno selezionato Witch Hazel, coltivato biologicamente in Francia per le sue proprietà lenitive e lenitive.
Le proprietà curative di questa straordinaria pianta sono note fin dall'antichità, quando gli antichi indiani del Nord America iniziarono a usare Witch Hazel come agente astringente e lenitivo, ideale per le pelli sensibili..
L'estratto di nocciola di strega contiene tannini, flavanoidi e tannino, che hanno pronunciate proprietà astringenti e tanniche che hanno un effetto vasocostrittore.
Questo effetto lenisce e rinforza la pelle, protegge dall'influenza aggressiva di fattori esterni.

Forse per qualcuno, per ottenere la tenerezza delle mani, basta lavarle con il gel Yves Rocher Hamamelis, ma per me questo è assurdo!

Nessun sapone può bastare e / o sostituire la crema per le mani! (Soprattutto il mio preferito è l'idratazione idratante, da cui faccio persino maschere. O il suo fratello più costoso "2 in 1").

La composizione contiene sostanze che hanno proprietà abbronzanti e vasocostrittori. Per le mani, questa è secchezza. Poiché con vasi sanguigni ristretti, la circolazione sanguigna è compromessa e la pelle non riceve sostanze nutritive. Questo è inaccettabile per le mie mani costantemente congelate.

A questo proposito, analizzeremo la composizione:

Cosa sono gli shampoo senza solfati e vale la pena acquistarli

Sono molto più costosi, ma la spesa non è sempre giustificata.

Cosa sono gli shampoo senza solfati

I solfati sono sali di acido solforico. Sono aggiunti a detergenti, shampoo e persino dentifrici come tensioattivi..

Le molecole di tali sostanze respingono in parte l'acqua ("coda" idrofobica) e in parte si legano ad essa ("testa" idrofila). Quando lo shampoo viene applicato sui capelli, le code idrofobe delle molecole si combinano con il sebo per formare micelle. Lo strato esterno di una palla del genere si lega all'acqua ed è facilmente lavabile via insieme a grasso e sporco..

A causa dei solfati, lo shampoo forma una schiuma rigogliosa e pulisce bene da sebo, particelle di pelle morta e altre impurità.

Molto spesso, negli shampoo vengono utilizzati tre tipi di tensioattivi al solfato:

  • sodio laurilsolfato (SLS);
  • sodio laureth solfato (SLES);
  • ammonio laurilsolfato (SLA).

Gli shampoo senza solfati, come suggerisce il nome, non contengono i suddetti tensioattivi al solfato.

Gli shampoo solfati sono pericolosi per i capelli e la salute in generale?

Gli shampoo senza solfati sono commercializzati come "nessuna sostanza nociva". Scopriamo se vale davvero la pena temere i solfati.

I solfati causano il cancro

In precedenza, queste sostanze erano sospettate di cancerogenicità - la capacità di provocare il cancro, ma queste disposizioni sono state confutate. L'American Council on Personal Care Products Cosmetic Ingredient Review (CIR) ha riconosciuto SLS SLS, SLES e ALS come sicuri per l'esposizione a breve termine alla pelle e risciacquare con acqua.

Negato sodio, ammonio e potassio lauril solfato: valutazione della cancerogenicità di livello II per la salute umana e organizzazione di valutazione delle sostanze chimiche industriali del governo australiano. Ha anche concluso che il lauril solfato di sodio non influenza la funzione riproduttiva umana e lo sviluppo..

I solfati sono dannosi per il cuoio capelluto

SLS e SLA possono irritare e seccare la pelle con sodio, ammonio e potassio lauril solfato: valutazione di livello II per la salute umana, ma ciò richiede alte concentrazioni ed esposizione a lungo termine. Ad esempio, quando il 25% di SLS è stato applicato sulla pelle dei conigli, l'irritazione non si è sviluppata fino a 4 ore dopo. Nell'uomo, dopo un test di applicazione con lauril solfato di sodio al 2%, sono comparsi effetti negativi. Durante tale studio, la sostanza rimane sulla pelle per 24-48 ore.

SLES - Laureth solfato di sodio e ammonio più mite: tensioattivo di valutazione di livello II per la salute umana. Può anche irritare la pelle e le mucose, ma in misura minore rispetto alla SLS. Gli effetti collaterali si verificano alla concentrazione del 18% e all'esposizione cutanea per 24 ore. Inoltre, il laureth solfato di sodio non secca la pelle.

Quando si lavano i capelli, lo shampoo viene a contatto con la pelle per un tempo troppo breve per nuocere.

Pertanto, i solfati dovrebbero essere temuti solo da persone con pelle sensibile, allergie o malattie della pelle. Dovresti evitare shampoo con solfati? : rosacea, eczema e dermatite da contatto.

I solfati possono danneggiare la struttura dei capelli

Se i capelli sono sani, i solfati non penetrano Effetto di shampoo, balsamo e ondeggiamento permanente sulla struttura molecolare dei capelli umani nella corteccia - lo strato interno dei capelli. Il loro effetto è limitato alla cuticola: le squame esterne, disposte come una piastrella. Lo shampoo rimuoverà semplicemente l'eccesso di sebo con lo sporco e laverà via in modo sicuro.

Tuttavia, se i capelli sono asciutti e deboli, ad esempio dopo una permanente o uno schiarimento, lo shampoo al solfato può danneggiarli ancora di più: rompere la cuticola "arruffata" e penetrare nei capelli. Inoltre, i riccioli secchi sono talvolta gravemente colpiti dalla completa rimozione del sebo - sebo, che protegge i capelli dall'ambiente esterno.

È vero che i solfati causano l'effetto crespo dei capelli

I tensioattivi al solfato sono anionici. Ciò significa che nell'acqua si decompongono in ioni caricati negativamente. Dopo il lavaggio, rimane una carica negativa sui capelli, quindi si respingono a vicenda e l'effetto crespo dell'acconciatura.

Tuttavia, oltre ai tensioattivi anionici, gli shampoo solfati possono contenere cationici (con una carica positiva), anfoteri (possono essere positivi o negativi, a seconda dell'ambiente pH) e non ionici (non si decompongono in ioni e non portano una carica). Tali sostanze neutralizzano la carica negativa.

L'effetto dei capelli soffici dipende dalla formula specifica dello shampoo e non dalla presenza di solfati in esso.

I solfati rendono davvero i capelli opachi e arruffati?

I capelli sono aggrovigliati, pettinati male e sembrano opachi a causa della stessa cuticola "arruffata". Quando le squame si adattano perfettamente alla corteccia, i riccioli sono lisci, riflettono bene la luce e quindi brillano. Se la cuticola si alza, i peli si aggrappano l'un l'altro..

Lo shampoo ai solfati non danneggerà i capelli sani e la loro assenza non curerà i capelli danneggiati.

L'unica cosa che può aiutare sono gli agenti di condizionamento nel prodotto. Un produttore può aggiungere shampoo e balsami: cosa dovrebbe sapere un dermatologo? in shampoo idrolizzato seta o proteine ​​animali, glicerina, dimeticone, polivinilpirrolidone, glicole propilenico e altre sostanze che avvolgono i capelli, rendendoli lisci brillante.

Se lo shampoo privo di solfati contiene solo detergenti delicati e vari estratti naturali, ciò non aiuterà i capelli danneggiati ad avere un aspetto sano e pettinarsi bene..

È vero che i solfati causano capelli grassi?

La velocità con cui viene prodotto il sebo dipende dalle caratteristiche delle ghiandole, degli ormoni e dalla dieta dei lipidi delle ghiandole sebacee. Non ci sono prove dalla secrezione sebacea sulla testa umana che l'esposizione al solfato aumenta la produzione di sebo.

I solfati lavano via la vernice e la cheratina

Oltre al sebo, si ritiene che gli shampoo solfati rimuovano rapidamente la tintura e la cheratina dai capelli.

Superare l'hype: il dermatologo districa i malintesi comuni sulla cura dei capelli non ha prove scientifiche. Tuttavia, dopo aver stirato la cheratina, i parrucchieri raccomandano vivamente di lavare i capelli solo con shampoo senza solfati..

Cosa sostituisce i tensioattivi al solfato in shampoo senza solfati

Aggiungi agli shampoo senza solfati:

  • tensioattivi anionici lievi: sodio lauret-5 carbossilato Una nuova formula per un detergente delicato per il corpo: sodio laureth sulphate integrato con sodio laureth carbossilato e lauryl glucoside, sodio laureth sulfosuccinate, sodio lauryl sarcosinate, lauryl sarcosine;
  • tensioattivi cationici: trimetilalchilammonio cloruro, benzalconio cloruro, ioni alchilpiridinio, cetiltrimetilammonio cloruro;
  • tensioattivi anfoteri: alchil iminopropionato, betaina, ad esempio cocamidopropil betaina, lauraminopropionato di sodio;
  • tensioattivi non ionici: glucoside di cocco, lauril glucoside, decil glucoside, alcoli grassi, alcool cetilico, alcool stearilico, alcool cetostearilico, alcool oleilico, alcoli grassi poliossietilenici, esteri poliossietilen-sorbitolici, alcanolamidi.

Di norma, due o tre tensioattivi vengono aggiunti allo shampoo, ad esempio due anionici (per la formazione di schiuma e una buona pulizia) e uno cationico o non ionico (per ammorbidire la composizione e rimuovere la carica negativa).

Ci sono anche shampoo senza tensioattivi anionici. Sono il più morbidi possibile, adatti a bambini e persone con pelle molto sensibile. Tuttavia, tali formulazioni non affrontano bene il grasso e lo sporco..

Chi dovrebbe comprare shampoo senza solfati

Dovresti prestare attenzione a loro se:

  • hai i capelli secchi, fragili e danneggiati e hai paura di rovinarli ancora di più;
  • hai la pelle sensibile soggetta a irritazioni o condizioni del cuoio capelluto.

Gli shampoo senza solfati costano almeno il doppio del prezzo dei prodotti con tensioattivi al solfato. Allo stesso tempo, non trattano affatto i capelli e, in assenza di balsami, non migliorano il loro aspetto.

Shampoo senza solfati: un altro stratagemma di marketing o un rimedio miracoloso?

I prodotti biologici stanno guadagnando sempre più popolarità ogni giorno. Le etichette sono piene di nomi: "organico", "ecologico", "solo da ingredienti naturali". La parola "no" sulle lattine con cosmetici può apparire fino a cinque volte: senza parabeni, senza siliconi, senza solfati, ecc..
I produttori prestano particolare attenzione agli shampoo senza solfati. Comprendiamo quali componenti possono essere trovati nella composizione dei prodotti e cosa significano effettivamente..

I solfati sono sali di acido solforico, nelle implicazioni cosmetiche di solito si riferiscono a sodio lauril solfato, ammonio lauril solfato e sodio laureth solfato. Questi sono tensioattivi economici, con il loro aiuto una goccia di shampoo si trasforma in una lussureggiante schiuma, con forti proprietà detergenti..

Sono indicati negli shampoo come segue:

SLS - sodio lauril solfato o SDS sodio dodecil solfato - ha la più forte capacità detergente rispetto ad altri sali e quindi ha il più alto grado di irritazione cutanea)
SLES - sodio laureth sulfat e SLA - (ammonio laureth sulfate) - ammonio laureth sulfate (considerato meno aggressivo e più delicato sulle barriere protettive della pelle).

In shampoo senza solfati, sono sostituiti dai seguenti tensioattivi:

  • Coco Glucoside - parzialmente naturale derivato da olio di cocco e amido di mais, ha un basso effetto irritante.
  • Sodio Cocoyl Glutamate (sodio cocoil glutammato) - un sale di acido glutammico, non ha forti proprietà schiumogene, ma ha forti proprietà condizionanti.
  • Il disodio Cocoamphodiacetate (disodio cocoamphodiacetate) è un tensioattivo anionico che elimina l'effetto irritante di altri tensioattivi. È utilizzato nella produzione di prodotti per l'igiene per i bambini piccoli, il che indica le sue proprietà delicate. Cura delicatamente la pelle e non irrita le mucose.
  • Cocamidopropyl Betaine (cocamidopropyl betaine) - riduce l'effetto irritante aggressivo di altri tensioattivi, ha proprietà antistatiche. La fonte del glutammato di sodio e cocco è l'acido (laurico) di cocco naturale o sintetico.
  • PEG-7 Glyceryl Cocoate - derivato naturale del glucosio, addensante efficace, proprietà emulsionanti.
  • L'alchil solfosuccinato disodico (lauril solfosuccinato disodico) è un sale di acido succinico, non solforico. La molecola di solfosuccinato è molto più grande di altri tensioattivi. Per questo motivo, il succinato non può penetrare nella pelle. Anche in grandi quantità, non è tossico.
  • Cocamide MEA (monoetanolamide degli acidi grassi) è un tensioattivo non ionico. Anche a base di olio di cocco. Rispettoso dell'ambiente, caratterizzato da un alto grado di decomposizione (fino al 97%).

Questi sono tensioattivi, nella struttura più vicina a quelli naturali, nella funzionalità sono più morbidi. Hanno la peggiore capacità di pulizia, si schiumano male. Pertanto, al posto di un tensioattivo, nel caso della produzione di uno shampoo convenzionale, è necessario aggiungere 4-5 ai solfati per migliorare la capacità di pulizia, migliorando l'azione reciproca.

A seguito di una pulizia incompleta, una placca di sporco non lavato può portare a conseguenze estremamente spiacevoli: il cuoio capelluto non respira normalmente, i capelli diventeranno opachi e cadono e la forfora può apparire a seguito di strati organici e chimici sulla pelle. Gli ingredienti detergenti degli shampoo senza solfati non sono in grado di rimuovere completamente il silicone, quindi una persona che usa vernici e gel contenenti silicone non può abbandonare completamente gli shampoo ai solfati e alternarsi con shampoo senza solfati almeno una volta ogni 10 giorni..

La maggior parte degli ingredienti utilizzati negli shampoo senza solfati non sono di origine vegetale. Questi sono gli stessi prodotti raffinati o, seppure componenti di origine naturale, ottenuti mediante ripetuta estrazione chimica utilizzando prodotti petrolchimici pesanti, pur superando significativamente il costo delle loro controparti solfato.

Per lungo tempo, si è creduto che i solfati fossero uno dei fattori provocatori nello sviluppo del cancro. Ma in seguito è stato dimostrato che i solfati non sono cancerogeni. In effetti, i solfati nelle concentrazioni utilizzate nei cosmetici sono completamente innocui. Un'altra cosa è che gli shampoo solfati hanno proprietà detergenti più intense, accelerando così il lavaggio dei pigmenti coloranti e dei prodotti per la cura dalla superficie dei capelli (inclusa la cheratina contenuta nei capelli dopo la procedura di stiratura).
Ogni consumatore dovrebbe sapere che quando si acquista un nuovo prodotto per la cura, i nuovi ingredienti hanno un nuovo effetto. Pertanto, la scelta dello shampoo è puramente individuale, adatta ai tuoi capelli..

Ammonio laureth sulphate: una descrizione del danno per la salute

Il lauril solfato di ammonio è una sostanza che è un prodotto della sintesi chimica. Il componente ha eccellenti proprietà di lavaggio e pulizia, dotato dell'effetto di sopprimere la flora patogena. Tale elemento viene definito tensioattivo.

Nel settore cosmetico

Il lauril solfato di ammonio non è un componente raro trovato negli attuali prodotti cosmetici. Ad esempio, questo ingrediente può apparire sulle etichette di shampoo, gel per il lavaggio del corpo, sapone per le mani, bagnoschiuma, lozioni per il lavaggio e articoli cosmetici simili..

Danno al corpo umano

Il componente in questione è incluso nell'elenco di sostanze potenzialmente pericolose che, con un'esposizione prolungata e densa al corpo umano, provocano reazioni negative ambigue o incondizionate.

Di recente, un tale additivo nella composizione dei prodotti cosmetici sta diventando meno comune. Ma se all'improvviso la sua presenza appare sull'etichetta di alcuni prodotti, è meglio scegliere un'altra opzione per i cosmetici per la cura del corpo e dei capelli.

Il lauril solfato di ammonio può causare allergie, irritazione della pelle, condizioni patologiche associate a una reazione del sistema respiratorio e altri problemi di salute. Si ritiene che gli additivi sotto forma di composti solfati accelerino il processo di invecchiamento della pelle, rendano i capelli sottili, opachi e fragili. È stato dimostrato che l'esposizione a lungo termine a questo componente sul tessuto oculare aumenta il rischio di sviluppare cataratta. Nella composizione del dentifricio, questo elemento porta allo sviluppo di stomatite e provoca la comparsa di afte..

Shampoo per capelli senza solfati

Oggi, l'argomento della scelta di uno shampoo è molto rilevante, o meglio, quale shampoo scegliere, con solfati o senza solfati. Dirò subito che i derivati ​​più morbidi dei solfati sono usati in uno shampoo privo di solfati, o come sono anche chiamati tensioattivi, il più delle volte su base vegetale, oggi li capiremo.

Nell'articolo Come scegliere uno shampoo per capelli normali, secchi e grassi, puoi trovare molte informazioni utili sulla scelta di uno shampoo..

A cosa servono i solfati nello shampoo?

Prima di affrontare le caratteristiche e gli svantaggi degli shampoo senza solfati, scopriamo innanzitutto cosa sono i solfati e a cosa servono negli shampoo..

I solfati sono tensioattivi (tensioattivi), cioè sono componenti detergenti speciali, simili a quelli petrolchimici, nello shampoo sono necessari per formare schiuma e pulire i capelli dalle impurità anche in acqua fredda.

La concentrazione di solfati negli shampoo è in quantità molto piccole, quindi la probabilità di un effetto dannoso sul corpo è troppo esagerata, soprattutto perché lo shampoo contatta la pelle e i capelli per non più di due o tre minuti. Sebbene molti affermino che i solfati influenzano negativamente le proprietà protettive dell'epidermide, distruggendolo e hanno anche un effetto negativo sul cuoio capelluto, è quindi importante risciacquare accuratamente lo shampoo dai capelli.

I solfati più popolari che fanno parte dello shampoo, li abbiamo divisi dal più pericoloso e tossico al meno pericoloso.

Ammonium Lauryl Sulfate (ALS) - Altamente schiumogeno e può causare prurito e irritazione al cuoio capelluto se lo shampoo non viene risciacquato bene.

Sodio lauril solfato (SLS) - forma una buona schiuma, ma se non viene risciacquato bene può seccare il cuoio capelluto.

Ammonium laureth sulfate (ALES) - tensioattivo aggressivo, ma non tossico come i due precedenti.

Il sodio mireth solfato SMES è anche un tensioattivo aggressivo, spesso incluso negli shampoo, molto raramente, ma può comunque causare cute secca.

Cocoamphodiacetate disodico - tensioattivo delicato per la pulizia dei capelli e del cuoio capelluto.

Il solfacetato di alloro di sodio è un tensioattivo delicato a base di palma e olio di cocco.

Il poligliceril-3 palmitato è un tensioattivo delicato derivato dalla glicerina e dall'olio di palma.

Saccarosio laurato - saccarosio laurato con lievi proprietà detergenti.

Sodio cocoil glutammato - detergente delicato con proprietà antiossidanti.

Il decil glucoside è un tensioattivo detergente delicato a base di acido grasso di cocco e amido di mais.

Glucoside laurilico - tensioattivo delicato dallo zucchero dell'olio di cocco.

Сocamidopropyl hydroxysultaine - tensioattivo delicato a base di acido grasso di olio di cocco, deterge e idrata allo stesso tempo.

Сocamidopropyl betaine - ha proprietà condizionanti, previene i capelli statici.

Tutti i tensioattivi delicati sono inclusi in shampoo senza solfati.!

Se noti che i tuoi capelli sono grassi più spesso del solito o se avverti prurito al cuoio capelluto o alla forfora, è il momento di cambiare lo shampoo in uno meno aggressivo..

Se osservi la composizione dello shampoo, i solfati sono al secondo posto dopo l'acqua..

I tensioattivi più aggressivi si trovano negli shampoo del mercato di massa..

Per chi sono gli shampoo senza solfati??

  1. Capelli colorati: gli shampoo regolari eliminano molto rapidamente la tintura dai capelli e il colore dei capelli più morbido e corrispondente saturo senza solfati rimane più a lungo. Pertanto, in generale, tutti gli shampoo (specialmente quelli professionali) per capelli colorati sono privi di solfati.
  2. Dopo il raddrizzamento dei capelli alla cheratina - dopo questa procedura, ti viene immediatamente offerto uno shampoo speciale nel salone o si consiglia di utilizzare solo uno shampoo delicato senza solfati per lo shampoo, poiché uno shampoo regolare negherà il raddrizzamento della cheratina in pochi colpi di testa.
  3. Cuoio capelluto sensibile - se trovi difficile trovare uno shampoo perché il cuoio capelluto diventa spesso secco o irritato, puoi provare shampoo senza solfati, funzionano bene per il cuoio capelluto sensibile.
  4. Per tutti coloro che cercano una cura dei capelli più naturale. Shampoo senza solfati, oli naturali, olii essenziali, risciacquo dei capelli con erbe, maschere per capelli naturali fatte in casa possono essere un arsenale eccellente e affidabile nella cura dei capelli..

Pro e contro di shampoo senza solfati

La prima cosa che dovrebbe essere chiarita è che gli shampoo senza solfati sono lontani dagli shampoo naturali (e non ci sono shampoo industriali naturali in generale), sostituiscono semplicemente i componenti aggressivi con quelli più morbidi. Poiché alcuni scrivono che non ci sono conservanti in tali shampoo, sono emulsionanti completamente naturali, non ci credo, se non contenessero conservanti, la loro durata non sarebbe più di una settimana, non di tre anni.

Pro di shampoo senza solfati:

  • Lo shampoo contiene delicati tensioattivi delicati che non seccano o irritano il cuoio capelluto.
  • Gli shampoo senza solfati non distruggono la barriera protettiva naturale della pelle e la struttura dei capelli.
  • Non lavare la tintura dai capelli, i capelli mantengono il pigmento colorato più a lungo, grazie alla struttura morbida dei componenti dello shampoo.
  • Questi shampoo sono ideali dopo la stiratura dei capelli alla cheratina. Perché i solfati degli shampoo corrodono la cheratina e aiutano a lavare rapidamente le particelle dai capelli.
  • Gli shampoo senza solfati non seccano il cuoio capelluto, di conseguenza, l'equilibrio lipidico-grasso non cambia e la sensazione di pulizia rimane più a lungo.
  • Con l'uso regolare, gli shampoo senza solfati possono curare i capelli in generale.

Gli shampoo senza solfati contengono ingredienti più naturali che detergono e riempiono efficacemente i capelli e il cuoio capelluto con tutti i componenti necessari.

Contro di shampoo senza solfati:

  • Elevato consumo di shampoo, dovuto al fatto che è poco schiumoso e deve essere lavato con shampoo due, e talvolta tre volte.
  • Lo shampoo senza solfati a un prezzo piuttosto alto avrà un costo maggiore rispetto allo shampoo normale del mercato di massa.
  • Gli shampoo senza solfati non lavano i prodotti per lo styling dai capelli (schiuma, vernice, gel...), così come i siliconi, pertanto è necessario utilizzare uno shampoo detergente profondo.
  • Dopo tale shampoo, è indispensabile applicare una maschera o un balsamo, altrimenti i capelli non saranno pettinati.

È necessario abituarsi a questo shampoo, perché potrebbe sembrare immediatamente che non pulisca e risciacqui bene i capelli, potrebbe non esserci abbastanza volume, levigatezza, come dopo i normali shampoo.

Come applicare?

Se aderisci a diversi consigli, l'uso di shampoo senza solfati beneficerà solo:

Quando si sceglie uno shampoo, assicurarsi di procedere dalle condizioni del cuoio capelluto: è incline al contenuto oleoso, o viceversa, alla secchezza o può essere sensibile. E già in base a questo, acquista lo shampoo appropriato (idratante, per lavaggi frequenti (delicati), per il cuoio capelluto sensibile, per il volume).

Prima di applicare lo shampoo, i capelli e il cuoio capelluto devono essere ben inumiditi e l'acqua deve essere più calda, altrimenti lo shampoo non si insapona e risciacqua bene.

Applicare lo shampoo due volte, la seconda volta si insaponerà meglio, fare un leggero massaggio e lasciare lo shampoo sui capelli per 2-3 minuti. Se i tuoi capelli sono folti, lunghi e pesanti, puoi applicare lo shampoo una terza volta.

Elenco di shampoo senza solfati

La scelta di shampoo senza solfati è ottima come quella per i solfati, il prezzo e la qualità hanno anche una vasta gamma. Quindi puoi facilmente trovare il prodotto giusto per i tuoi capelli..

Bagno shampoo per capelli ingestibili (senza solfati) Kerastase Disciplina Bain Fluidealiste Shampoo Smooth-in-Motion Sans Sulfates

La disciplina della cherastasi contiene un complesso morfo-cheratina, che comprende serina, acido glutammico, arginina e proteine ​​del grano - componenti responsabili del consolidamento delle fibre dei capelli e della loro morbidezza e morbidezza. La linea comprende un sistema a tre stadi che non implica alcun cambiamento chimico nei capelli.

Ingredienti: acqua / acqua, sodio cylyl isethionate, sodium lauryl sulfoacetate, disodium laureth sulfosuccinate, sodium lauroyl sarcosinate, glyly distearate, Cocamidopropyl betaine, Glycereth-26, Decyl Glucoside-5 Hydrogenated Coconut Acid, Cocoth-Glucoside-5, Copolimero di sodio benzoato, divinildimeticone / dimeticone, cloruro di sodio, poliquaternium-7, amodimethicone, polyquaternium-10, sodio isetionato, acido salicilico, glicole propilenico PEG-55 oleato, glicole propilenico, carbomer, paretide C11-15 Arginina, acido glutammico, benzil salicilato, lauret-9, alcool benzilico, glicerina, serina, idrossipropiltrimonium proteine ​​idrolizzate del grano, tridecet-12, C12-13 Pareth-23, 2-Oleamido-1,3-Octadecanediol, Lool, Alpha-Isomethylinal Ionone, C12-13 Pareth-3, idrossido di sodio, acido citrico, profumo / profumo.

Grazie alla formula, che non contiene parabeni e solfati pericolosi, lo shampoo descritto è completamente sicuro sia per i fili colorati che per quelli gravemente danneggiati. Grazie alla schiuma densa, creata da sostanze vegetali uniche, lo shampoo deterge delicatamente i fili da tutti i tipi di impurità, donando loro incredibile leggerezza, freschezza e morbidezza. La formula è inoltre arricchita con il rivoluzionario complesso di cheratina KeraTriplex®, arricchito con estratto di avapui. Grazie al suo effetto, i riccioli secchi, fragili e vulnerabili vengono accuratamente ripristinati, saturi di umidità necessaria per l'elasticità e la setosità dei fili, oltre a dare loro una maggiore lucentezza e obbedienza attraenti.

Ingredienti: acqua, sodio cylyl isethionate, Cocamidopropyl betaine, disodium Cococamphodiacetate, trimethylsiloxyamodimethicone, Laureth-4, Laureth-23, Phenoxyethanol, Glycerin, Polyquaternium-5, Keratin, Hydrolyzed Keratinium, Estratto di ossidio, -10, Proteina del grano idrolizzato, Biovlavonoidi, Citrus Aurantium Amara (Arancia amara) Estratto di buccia, Estratto di foglie di camelia sinensis, Cloruro di idrossipropiltrimonium di guar, Acido citrico, Metilclororoisotiazolinone, Metilisotiazolinone, Magnesio cloruro / magnesio, cloruro di magnesio, Limonene, Linalool.

Shampoo quotidiano privo di solfati di Tigi Health Factor Shampoo

Ingredienti: Aqua (Acqua / Eau), Sodio Cylyl Isethionate, Disodium Laureth Sulfosuccinate, Cocamidopropyl Betaine, Cocamide MEA, PEG-150 Distearate, Sodium Lauryl Sulfoacetate, Sodium Lauroyl Sarcosinate, Glycolum Distearate, Paronene, Linalool, Polyternium 10, Tetrasodium EDTA, benzoato di sodio, ossido di lauramina, PPG-26-butet-26, PEG-7 Glyceryl Cocoate, Phenoxyethanol, Ethylhexylglycerin, Equisetum Arvense Leaf Extract, Butylene Glycol, Yucca Schidigera Leaf / Root / Steminal Extract, Rosmar ) Estratto di foglie, PCA di sodio, acido citrico, pantenolo, cloruro di sodio.

Schwarzkopf Professional Essensity Shampoo a colori e umidità

Lo shampoo si prende delicatamente cura dei ricci, fornendo un effetto completo sui capelli ribelli, ruvidi, fragili e asciutti.

Gli ingredienti idratanti attivi nella composizione saturano i capelli con umidità e nutrimento, arricchendoli con estratti organici e vitamine, che prevengono i capelli secchi e fragili. Dopo la prima applicazione, noterai un effetto visibile, lucentezza naturale dei ricci, morbidezza e setosità.

Shampoo alla cheratina senza solfati Shampoo alla cheratina Erayba HydraKer K12

Il complesso con cheratina e olio di argan ha l'effetto di lisciare i capelli. La composizione del prodotto è satura di componenti che necessitano in particolare di capelli secchi e danneggiati: cheratina idrolizzata, olio di argan, polimeri cationici, provitamina B5, D-pantenolo. Dopo la prima applicazione, lo shapoo presentato offre protezione, lucentezza naturale, morbidezza e setosità. Uniforma tutti i tipi di capelli, idrata intensamente e dona un aspetto straordinariamente ben curato.

Ingredienti: cheratina idrolitica, olio di argan, polimeri cationici, provitamina B5 D-pantenolo.

Estel Professional Otium Aqua Shampoo idratante per capelli

Adatto a cuoio capelluto ipersensibile e capelli secchi e danneggiati. L'idrolizzato proteico di soia nella composizione del prodotto idrata istantaneamente, stimola l'attività delle cellule della pelle. Rafforza i capelli idratandoli in profondità dall'interno, contribuendo a ripristinarli. Non rende i capelli più pesanti, trattiene l'umidità, tonifica il cuoio capelluto e lo nutre con oligoelementi essenziali. Dona elasticità, previene la perdita. Shampoo antistatico, senza sodio laureth solfato.

Ingredienti: Aqua, lauril-5 carbossilato di sodio, lauril solfosuccinato di disodio, Cocamidopropil betaina, betaina, rapeseedamina PEG-4, PEG-7 Glyceryl Cocoate, PEG-200 idrogenated Glyceryl Palmate, PEG-12 Dimethicone, Panthenol, Gcerly- 400, Mannitolo, Trometamina, Acido glutammico, Arginina HCI, Alanina, Acido aspartico, Lisina cloridrato, Leucina, Valina, Acido citrico, Isopropil alcol, Sodio lattato, Sorbitolo, Glucosio, Fenilalanina, Isoleucrolizzato, Proteosina Tripeptide-1 di rame, Polyquaternium-10, Parfum, Magnesio Ascorbyl Phosphate, Methylchloroisothiazolinone, Methylisothiazolinone.

Shampoo Bielita delicato senza solfati organici con fitocheratina

I detergenti e gli additivi privi di solfati su base naturale sono adatti per capelli con qualsiasi grado di contenuto oleoso, ripristinano la struttura danneggiata, puliscono la polvere e gli odori sgradevoli. La fitocheratina è un complesso fortificato che contiene estratti vegetali come proteine ​​e amminoacidi di grano, mais e soia. Grazie a questo estratto naturale, lo shampoo penetra più in profondità, normalizzando lo strato interno di cheratina e idratando la pelle. La formula delicata è adatta anche per pelli particolarmente sensibili.

Ingredienti: acqua, cocamidopropil betaina, sale sodico di lauril glucosio carbossilato, lauril glucoside, cocoamphodiacetate disodico, lauril glucoside, cocamidopropil betaina, PEG-120 metil glucosio trioleato, acido citrico, alcool benzilico, acido benzoico, acido idrolico, potassio sorbato, proteine ​​del mais idrolizzate, proteine ​​del grano idrolizzate, composizione del profumo, poliquaternium-10, glutammato diacetato tetrasodio, limonene.

La formula shampoo è arricchita con estratto di bambù e olio di argan, grazie ai quali ripristina e rinforza la struttura del capello, prolunga la durata e la luminosità del colore. La speciale formula non solfato con un bilancio vitaminico si prende anche cura del cuoio capelluto, nutre in profondità e deterge delicatamente. Dopo aver applicato lo shampoo, i capelli diventano setosi e lucenti, acquisiscono un bellissimo volume naturale.

Ingredienti: Aqua, Cocamidopropyl Betaine, Coco Glucoside, Glycerin, PEG-120 Methyl Glucose Dioleate, Cocamide DEA, Parfum, Polyquatemium-7, Glycol Distearate, Glyceryl Stearate, Silicone Quaternium-16, Bambusa Vulgaris, Argania, Benz Spinopin, Acido citrico, Undeceth-11, Butyloctanol, Cyclopentasiloxane, Dimethiconol, Glicole propilenico, Undeceth-5, Niacinamide, Calcio pantotenato, Sodio ascorbil fosfato, Tocoferil acetato, Piridossina solfuro HCL, Maltodestrina SCL.

Recensioni su shampoo

Dopo aver letto sulla cura naturale dei capelli, ho deciso di passare a uno shampoo e una maschera più naturali e ho anche creato maschere fatte in casa per rafforzare i capelli. Bene, cosa posso dire, i capelli si sono rafforzati, ma la lunghezza è in uno stato terribile, dopo lo shampoo senza solfati di Organic Shop, semplicemente non potevo pettinarmi i capelli, anche dopo la maschera, si aggrovigliano ed erano rigidi.

Mi sono appassionato di shampoo senza solfati dopo la stiratura dei capelli alla cheratina, il parrucchiere ha consigliato SOSOSNOSO e ne sono molto contento, dopo che è finito ho comprato da Goldwell e si è rivelato anche molto buono, probabilmente ora cercherò sempre shampoo senza solfati, mi vanno bene. Ma voglio dire che uno shampoo da $ 2 non può essere utile o addirittura sicuro per i capelli, anche se è scritto che è privo di solfati e naturale..

I miei capelli sono buoni, folti, non ci sono problemi con la caduta, ma è molto dura e il mio amico mi ha consigliato di provare uno shampoo senza solfati e l'intera serie Avapuha di Paul Mitchell. Non ho ancora avuto questi capelli, sono densi e allo stesso tempo morbidi, lisci e lucenti, anche se il prezzo non è davvero piccolo.

Ho un cuoio capelluto sensibile, quindi cerco sempre uno shampoo adatto a me, quindi gli shampoo senza solfati sono un ordine di grandezza meglio di quelli normali. In effetti, non causano prurito e disagio, ma non prendo più di una bottiglia, perché divento immediatamente dipendente dallo shampoo.