Perdita di capelli da ormoni androgeni in eccesso

L'alopecia androgenetica è la causa più comune di perdita di capelli nell'uomo, sia negli uomini che nelle donne. Questo tipo di perdita di capelli è anche noto come calvizie maschile..

Negli uomini, un sintomo di alopecia androgenetica è la graduale perdita di capelli a partire dalle tempie. Alla sommità della testa, i capelli diventano più sottili e, nel tempo, può rimanere solo una cintura di capelli sui lati e sulla schiena. Raramente arriva alla completa calvizie. Nelle donne, i capelli diventano più sottili in modo uniforme su tutta la testa..

Cause di alopecia androgenetica

La calvizie è una perdita di capelli temporanea o permanente su un'area limitata che copre il cuoio capelluto. La causa più comune di perdita di capelli è l'alopecia androgenetica. Rappresenta circa il 95% di tutti i casi.

Il verificarsi di questa malattia è influenzato sia da fattori genetici che dall'ambiente. L'alopecia androgenetica, tuttavia, non è completamente compresa e molti fattori non sono ancora stati scoperti..

Alopecia androgena tipica in un uomo

Con catagen, i processi metabolici nei capelli diminuiscono e, in particolare, viene interrotta la connessione con il follicolo. La fase catagen dura diverse settimane. I capelli entrano quindi nella fase telogen, alla fine della quale i capelli cadono. Continua per diversi mesi. Queste fasi in una persona passano in modo asincrono.

In una persona sana, l'85% dei capelli è nello stadio anagen, circa il 15% nello stadio telogen e l'1% nello stadio catagen. In una persona con alopecia androgenetica si verifica un allungamento della fase telogen, che nel tricogramma si manifesta come un aumento della percentuale di capelli telogen fino al 30%, nonché una riduzione della fase anagen.

Gli studi hanno dimostrato che gli ormoni chiamati androgeni svolgono un ruolo importante nella perdita dei capelli. Sono importanti per lo sviluppo sessuale degli uomini. Gli androgeni sono anche responsabili di importanti funzioni nelle donne e negli uomini, come la regolazione del background sessuale e la crescita dei capelli. Negli uomini, la calvizie è anche associata alla sensibilità genetica dei follicoli piliferi rispetto al DHT, che porta all'indebolimento dei capelli e ne accorcia la durata..

Sebbene i fattori genetici abbiano il maggiore impatto sulla condizione dei capelli e sulla potenziale perdita di capelli, non si deve trascurare l'importanza di uno stile di vita sano. Le dure condizioni di vita e lo stress contribuiscono ad un aumento del numero di persone che soffrono di perdita di capelli, come esemplificato dal Giappone dopo la seconda guerra mondiale.

Gli studi hanno dimostrato che nel dopoguerra, il numero di casi di calvizie maschile è aumentato notevolmente. Studi recenti hanno mostrato un rischio maggiore di perdita dei capelli nelle persone che usano carichi elevati durante l'esercizio. Questo è associato ad un aumento significativo dei livelli di testosterone.

Cause di alopecia androgenetica nelle donne

L'aspetto, in particolare per una donna, è molto importante e i capelli sono uno dei suoi elementi più importanti. Qualsiasi cambiamento nella quantità e nella qualità dei capelli può essere un grave problema psicologico e causare molti problemi..

La calvizie è una malattia che colpisce non solo gli uomini ma anche le donne. Si stima che la malattia colpisca il 20-60% delle donne di età inferiore ai 60 anni.

Tra le cause dell'alopecia androgenetica nelle donne, come negli uomini, emergono fattori genetici. Tra i geni le cui mutazioni possono portare alla formazione di chiazze calve ci sono i geni responsabili della produzione di androgeni e i geni per i codificatori dei recettori degli androgeni. Le mutazioni nei geni del recettore possono portare all'ipersensibilità all'ormone.

Un'altra possibile causa di alopecia androgenetica è l'iperandrogenismo. Può essere associato, ad esempio, con la sindrome dell'ovaio policistico, nonché con l'assunzione di preparati sintetici di progesterone contenuti nella contraccezione. L'iperandrogenismo porta a una miniaturizzazione del follicolo pilifero, risultando in capelli più corti, più sottili e più luminosi.

Il secondo meccanismo d'azione per aumentare i livelli di androgeni è ridurre la durata della fase anagen, cioè la crescita dei capelli, nonché allungare il periodo in cui il follicolo pilifero produce nuovi capelli dopo la caduta dei capelli..

Segni di alopecia androgenetica

I primi segni di alopecia androgenetica compaiono negli uomini dai 20 ai 30 anni, nelle donne un po 'più tardi - dopo 30 anni. La calvizie inizia con l'aumentare degli angoli dalla fronte alle tempie, quindi i capelli si assottigliano sulla parte superiore della testa. Questo tipo di calvizie è chiamato calvizie maschile. Le donne possono sviluppare sia calvizie maschile che femminile..

I primi segni di alopecia androgenetica nelle donne si manifestano con l'allargamento della separazione che si forma durante la pettinatura. I sintomi tipici dell'alopecia androgenetica maschile, ovvero l'approfondimento degli angoli della transizione dalla fronte alle tempie, si osservano in circa il 30% delle donne, principalmente durante la menopausa.

L'alopecia androgenetica nelle donne consiste in un diradamento diffuso dei capelli nella parte superiore della testa. Molto raramente, nel tipo femminile, si verifica la perdita completa dei capelli nel cuoio capelluto.

Diagnosi di alopecia androgenetica

La diagnosi della calvizie maschile è piuttosto semplice e non richiede ulteriori ricerche. Il riconoscimento viene effettuato sulla base di un esame clinico.

Il primo passo per stabilire la diagnosi di alopecia androgenetica è una discussione accurata e approfondita con il paziente del processo di perdita dei capelli, della sua durata, del trattamento finora utilizzato, su casi simili in famiglia.

Il secondo passo è un esame fisico, in cui è necessario valutare l'avanzamento del processo di perdita di capelli, nonché la presenza di cambiamenti che spesso accompagnano l'alopecia androgenetica, come: acne, seborrea, irsutismo. Questi cambiamenti, come la caduta dei capelli, sono causati da alti livelli di androgeni nel sangue..

La diagnosi di alopecia androgenetica in una donna, oltre alla storia del medico, richiede ulteriori studi sui capelli. Un elemento importante è il tricogramma, ovvero la valutazione dell'aspetto delle radici dei capelli e la determinazione del numero di capelli in determinate fasi del ciclo di vita del follicolo pilifero. Uno studio del livello di testosterone libero e totale, diidrotestosterone, estrogeni, livello di TSH, ormone tiroideo e ferritina, una proteina coinvolta nella conservazione del ferro nel corpo.

Nella maggior parte dei casi, la diagnosi di alopecia androgenetica nelle donne viene fatta dopo i risultati della tricoscopia, ma può essere necessaria una biopsia per acquisire completa fiducia nella diagnosi. Allo stesso tempo, sulla base di questi studi, sarà possibile escludere altre cause di caduta dei capelli..

Trattamento per l'alopecia androgenetica

Il trattamento per l'alopecia androgenetica non è sempre necessario. Molte persone, in particolare gli uomini, accettano cambiamenti nell'aspetto dei loro capelli e non prendono misure per cambiare la situazione..

Per il resto delle persone con alopecia androgenetica, ci sono vari trattamenti disponibili per fermare o almeno limitare la caduta dei capelli..

È stato scoperto che la ricrescita dei capelli accelera nei pazienti ipertesi trattati con un farmaco chiamato minoxidil. Questo farmaco è probabile che dilatare i vasi sanguigni nella pelle e migliorare la circolazione locale, che inibisce il progresso della caduta dei capelli e provoca una crescita parziale dei capelli. Viene applicato localmente sul cuoio capelluto. L'effetto del trattamento appare dopo alcuni mesi e dura solo durante l'uso del farmaco. I capelli cadono di nuovo dopo la cancellazione.

Nelle donne che hanno un livello aumentato di androgeni, vengono usati farmaci che influenzano il livello e l'attività degli androgeni. I più comunemente usati sono il ciproterone acetato e gli estrogeni. Si trovano in varie pillole anticoncezionali.

Il ciproterone acetato blocca il legame degli androgeni ai recettori. Gli estrogeni aumentano il livello della proteina SHBG, che lega gli androgeni. Gli ormoni associati a questa proteina diventano inattivi, il che porta a una diminuzione del loro effetto sul corpo.

Tuttavia, se la malattia ha provocato la distruzione dei follicoli piliferi, i trattamenti non invasivi per la calvizie non sono efficaci. Il trapianto di capelli può essere necessario per coprire i punti nudi.

Il trattamento della calvizie maschile è necessario principalmente per motivi psicologici. Pochi adulti più anziani si sentono attraenti e la caduta dei capelli può aumentare il declino dell'autostima.

Alopecia androgenetica. Aggiornare

Relatore: Ovcharenko Yulia Sergeevna, Professore associato del Dipartimento di Dermatovenereologia, KhMAPE, Membro del Consiglio dell'European Society for Hair Research (EHRS), Capo della Clinica "Institute of Trichology" (Kharkov)

introduzione

L'alopecia androgenetica (AGA) è una complessa condizione poligenica multifattoriale che è la forma più comune di perdita di capelli, che colpisce fino all'80% degli uomini e al 50% delle donne durante la loro vita. L'AGA si sviluppa nel corso degli anni ed è un riflesso dell'invecchiamento precoce segmentario o specifico per organo.

Gli studi genetici di questa malattia hanno nuovamente evidenziato il ruolo dell'eredità. A questo proposito, una recente analisi di studi genetici pubblicati sull'AGA ha rivelato una nuova associazione tra AGA e rs7349332 situata nella regione intronale WNT10A, suggerendo così il coinvolgimento della segnalazione WNT nell'eziologia dell'AGA. Nello studio caso-controllo tedesco di AGA, è stato dimostrato che una delle ragioni del rischio genetico di sviluppare AGA è una componente poligenica pronunciata. Questo fatto probabilmente riflette la complessità dei percorsi biologici associati all'AGA.

Test genetici

Attualmente si ritiene che AGA sia un tratto geneticamente multifattoriale con una struttura genetica complessa..

Il gene "comunemente sospettato" sul "lato androgeno" in questo caso è il gene del recettore degli androgeni (AR), che si trova sul cromosoma X, il che può spiegare la trasmissione di AGA dalla madre. Non è ancora chiaro quali geni diversi dall'AR siano responsabili dell'AGA. I pazienti devono essere consapevoli del fatto che i moderni test genetici si basano sulle variazioni del gene AR, mentre in realtà l'insorgenza dell'alopecia androgenetica è causata dal coinvolgimento poligenico di altri geni o meccanismi epigenetici.

Fenomenologia clinica

L'AGA è un processo continuo e prolungato, piuttosto che una serie di fasi separate della malattia, e ogni paziente è caratterizzato da una vasta gamma di sintomi diversi. Con la progressione dell'AGA, si comporta in modo simile al processo di invecchiamento dei tessuti: nei follicoli piliferi, come in altri organi, si forma la proporzione di cellule che trasportano solo una funzione strutturale, si formano suture, costrizioni, cicatrici, si verifica la sclerosi - aumento dello sviluppo di componenti del tessuto connettivo, che porta a un indebolimento di specifici componenti del tessuto funzioni, diradamento e perdita di capelli

Lo spostamento della linea di crescita frontale posteriore e la calvizie della corona sono i principali segni di alopecia androgenetica maschile. Inoltre, le aree di alopecia possono fondersi in un unico intero, con il risultato che rimane solo un bordo di normale crescita dei capelli sui lati e sulla parte posteriore del cuoio capelluto..

L'AGA nelle donne progredisce più lentamente, la sua gravità è inferiore e mostra una maggiore varietà di risposte alla terapia.

Nelle donne, ci sono tre diversi modelli di AGA:

assottigliamento diffuso della zona della corona mantenendo l'attaccatura frontale (modello Ludwig);

Assottigliamento e diffusione sulla parte centrale del cuoio capelluto in violazione dell'attaccatura frontale (modello di un albero di Natale);

l'assottigliamento associato a patch calve bitemporali (modello di Hamilton) è più comune nelle donne in menopausa e nelle donne con iperandrogenismo.

Alopecia androgenetica nelle sindromi

In rari casi, l'alopecia androgenetica estremamente grave, o la sua insorgenza precoce, può essere un sintomo di un disturbo genetico complesso come,

  • sindrome tricorinofalangea;
  • progerie e;
  • Sindrome di Laron;
  • e distrofia miotonica di Kurshman-Steinert-Batten.

Calvizie prematura

L'alopecia androgenetica, i cui segni clinici compaiono tra i 10 e i 20 anni, è chiamata calvizie prematura o precoce. Nei bambini prima della pubertà, la malattia, sia nei ragazzi che nelle ragazze, si manifesta esclusivamente come calvizie femminile.

La diagnosi differenziale della perdita di capelli congenita comprende:

  • ipotricosi semplice;
  • e displasia ectodermica (con concomitante ritardo fisico / mentale, sudorazione, anomalie di unghie e denti).

Evoluzione delle classificazioni

Determinare la gravità dell'alopecia androgenetica è una sfida.

La fila superiore contiene quattro disegni scolpiti nelle pareti di una grotta primitiva. Ci sono voluti circa 30.000 anni per classificare la tipica perdita di capelli maschile mostrata nella riga inferiore. Attualmente sono stati sviluppati e modificati vari metodi di classificazione..

Classificazioni AGA

Fino a poco tempo fa, lo standard generalmente accettato era la classificazione Hamilton-Norwood (1951-1975) per gli uomini e la classificazione Ludwig (1977) per le donne, sottolineando l'eterogeneità di genere..

Evoluzione o rivoluzione?

Era necessario migliorare le classificazioni esistenti, a seguito delle quali è stata creata una classificazione universale nel 2007. Nel 2007, Lee et al. proposto un sistema di classificazione di base e specifico (BASP), che è una versione migliorata della classificazione di Norwood-Hamilton, comprende quattro tipi di base (L, M, C, U) e due tipi specifici (F e V).

Classificazione di base e specifica (BASP) per la perdita di capelli con motivo (da: Lee WS, Ro BI, Hong SP et al (2007) Una nuova classificazione di perdita di capelli con motivo che è universale per uomini e donne: classificazione di base e specifica (BASP). J Am Acad Dermatol 57 (1): 37–46)

La nuova classificazione per la tipica caduta dei capelli è uno strumento versatile utilizzato per uomini e donne: la classificazione di base e specifica (BASP).

Può essere usato per valutare sia l'ulteriore grado di caduta dei capelli sia la risposta alla terapia. Migliorando le carenze delle classificazioni esistenti, è facile da ricordare e più facile da applicare in un contesto clinico. La classificazione Norwood-Hamilton non tiene conto di alcuni tipi specifici di calvizie, come la caduta dei capelli con motivo femminile.

Inoltre, la scala Ludwig non può essere utilizzata per classificare la calvizie maschile nelle donne. BASP, indipendentemente dal genere o dalla razza, ti consente di classificare tutti i tipi di perdita di capelli.

Ragioni per lo sviluppo di AGA

Il fattore più significativo negli uomini è l'aumento dell'attività dell'enzima 5-alfa reduttasi di tipo II, che metabolizza il testosterone testicolare in diidrotestosterone (DHT) nei follicoli piliferi geneticamente predisposti.

Nelle donne, di norma, una riduzione dell'attività dell'aromatasi, che converte il testosterone circolante nelle ovaie in 17 beta-estradiolo, svolge un ruolo importante.

Un aumento della concentrazione locale di DHT porta a una progressiva riduzione dell'anafase dovuta a una fase telogen più lunga ed è accompagnata da una progressiva miniaturizzazione dell'HF. La miniaturizzazione dell'HF viene effettuata a causa di riduzioni relativamente marcate del numero di cellule nella papilla dermica e nella membrana dermica. Accompagnato da:

  • riduzione del numero assoluto di WF,
  • diminuzione nel periodo anafase,
  • diametro delle aste,
  • nonché un aumento della durata della fase kenogenica.

Il ruolo dell'infiammazione perifollicolare

Oltre ai cambiamenti androgeni-dipendenti nella patogenesi dell'AGA, è stato dimostrato il coinvolgimento della microinfiammazione follicolare con la formazione di fibrosi provocata dalla presenza di flora batterica, tossine e stress ossidativo..

Nuovi aspetti della patobiologia dell'alopecia androgenetica

Continua la ricerca di meccanismi che regolano l'attivazione e lo sviluppo progressivo di AGA. È stato scoperto che lo stress ossidativo contribuisce in modo significativo alla caduta dei capelli.

Rispetto alle cellule prelevate dall'area non calva occipitale, le cellule della papilla cutanea dall'area calva degli uomini erano caratterizzate da una sensibilità significativamente maggiore allo stress ossidativo. Differivano anche nella riduzione della proliferazione e della migrazione, accompagnate da un aumento del livello di specie reattive dell'ossigeno e dell'invecchiamento..


AGA - un indicatore dell'invecchiamento?

Alcuni esperti considerano AGA come invecchiamento accelerato segmentario specifico per organo con una maggiore sensibilità dei fibroblasti del follicolo pilifero allo stress ossidativo..

Di recente, è stata prestata particolare attenzione al ruolo di organi aggiuntivi situati nelle immediate vicinanze del follicolo pilifero. Il muscolo lifting dei capelli è stato identificato come un nuovo partecipante alla patogenesi dell'AGA.

Si ipotizza che la perdita di connessione del muscolo di sollevamento dei capelli con l'unità follicolare controlla il processo di miniaturizzazione in AGA e porta alla sua irreversibilità, in contrasto con il processo reversibile osservato in alopecia areata, in cui viene preservata la connessione del muscolo e dell'unità follicolare.

Alopecia androgenetica. Ipotesi

È stato suggerito che il muscolo che solleva i capelli è sostituito dal tessuto adiposo e questo fenomeno può portare all'esaurimento delle cellule staminali o progenitrici nel mesenchima follicolo.

Inoltre, le ghiandole sebacee sono state avanzate per il ruolo di potenziali fattori nella patologia dell'AGA. È stato dimostrato che nei pazienti con AGA, l'area delle ghiandole sebacee aumenta in modo significativo, mentre aumenta il numero di lobi in ciascuna unità follicolare. È stato suggerito che la stretta relazione tra DHT e l'attività funzionale della ghiandola sebacea porta alla loro espansione, che può provocare una transizione precoce alla fase catagen o telogen..

I processi androgeno-dipendenti nei tessuti bersaglio si verificano principalmente a causa del legame del DHT con l'AR.

Le funzioni cellulari dipendenti dal DHT sono determinate dalla presenza di androgeni deboli, dalla loro trasformazione in androgeni più potenti sotto l'azione della 5-alfa-reduttasi, dalla bassa attività enzimatica degli enzimi che disattivano gli androgeni e dalla presenza in grandi quantità di AR funzionalmente attiva.

Alti livelli di DHT e aumento dell'espressione di AR sono stati registrati sul cuoio capelluto incline alla malattia.

Il ruolo chiave è assegnato alla conversione del testosterone in DHT nella papilla dermica, mentre i fattori regolati dagli androgeni prodotti dalle cellule della papilla dermica influenzano presumibilmente la crescita di altri componenti HF..


Solo in alcune donne con AGA la presenza di cambiamenti patologici nel metabolismo degli androgeni è confermata nel siero di sangue periferico e le deviazioni dalla norma sono spesso insignificanti. Secondo Moltz, in 125 donne con AGA, un aumento dei livelli di testosterone libero è stato riscontrato solo nel 29%.

Disturbi endocrini dall'altra parte dell'orizzonte androgeno, caratterizzati da prolattinemia, disordini dell'ormone stimolante la tiroide (TSH), melatonina e somatotropina, sono descritti per AGA. Vi è una dipendenza associata a una diminuzione dei livelli sierici di ferritina (A).

Una recente meta-analisi della diffusione dell'AGA dei vertici è associata a un aumento significativo del rischio di cancro alla prostata, mentre altri tipi di diffusione dell'AGA non sono associati a un aumento significativo del rischio di cancro alla prostata.

Concetti terapeutici per invertire la perdita di capelli androgenetica

Minoxidil

Il minoxidil è un farmaco universale disponibile sul mercato interno con un ampio spettro di azione.

Il minoxidil è un derivato della piperidina pirimidina, un vasodilatatore arteriolare che attiva i canali del potassio, catalizzato in NVC dal minoxidil sulfotransferasi al minoxidil solfato, un metabolita attivo, che presumibilmente:

  • stimola i follicoli piliferi,
  • aumenta il flusso sanguigno,
  • attiva l'espressione dell'mRNA del fattore di crescita endoteliale vascolare nelle cellule della papilla dermica, fornendo un effetto antiapoptotico,
  • prolunga l'anagen,
  • porta ad una riduzione dei follicoli telogen e ad un aumento delle dimensioni di HF,
  • ha dimostrato un effetto immunoregolatorio inibendo i linfociti T..

Minoxidil Ricerche cliniche

• In due studi condotti su 493 donne, una soluzione al 5% è stata confrontata con una soluzione al 2%. Sulla base dei dati sul conteggio dei capelli, la soluzione al 5% era leggermente più efficace della soluzione al 2%.

• Un recente studio comparativo di minoxidil schiuma 5% e minoxidil soluzione 2% in pazienti bianchi ha mostrato risultati simili.

È stato sviluppato un test per determinare la risposta al minoxidil. La questione della "prevedibilità" del trattamento con minoxidil è molto rilevante, poiché solo il 40% dei pazienti può vantarsi di riprendere la crescita dei capelli. Allo stesso tempo, per valutare l'efficacia della terapia, è necessario attendere da 3 a 6 mesi, per tutto il tempo prendendo la medicina "invano". I ricercatori hanno cercato di utilizzare la determinazione dell'attività della sulfotransferasi nei follicoli piliferi per una diagnosi precoce dell'effetto del minoxidil.

L'essenza del nuovo test si basa sulle seguenti osservazioni. Il minoxidil nel cuoio capelluto viene convertito dall'enzima SULT1A1 in minoxidil solfato. Si presume che l'attività di SULT1A1 nei follicoli piliferi sia correlata all'efficacia del farmaco

Pertanto, l'uso di un test di sulfotransferasi aiuterà ad escludere fino al 95% dei pazienti refrattari alla terapia.

Finasteride e Dutasteride

La dutasteride, utilizzata da molti dermatologi, ha mostrato risultati incoraggianti nel trattamento dell'AGA maschile, nonostante il fatto che il farmaco sia approvato per il trattamento di questa condizione solo in Corea. Dutasteride ha un profilo di sicurezza simile alla finasteride.

Gübelin Harcha et al. nel 2014 ha pubblicato i risultati di un ampio studio randomizzato controllato sull'efficacia comparativa di varie dosi di dutasteride e 1 mg di finasteride e placebo. Gli autori hanno scoperto che rispetto a 1 mg di finasteride, l'efficacia dell'assunzione di 0,5 mg di dutasteride era significativamente più elevata. Questi risultati hanno ulteriormente confermato i dati sulla maggiore efficacia della dutasteride (rispetto ai 5 mg di finasteride) nell'aumentare la crescita dei capelli, ottenuti in un precedente studio randomizzato controllato di Olsen (Olsen et al. (2006)).

Finasteride topica

Gli scienziati svizzeri, curando la sicurezza del trattamento con AGA, hanno sviluppato un nuovo agente proprietario P-3074, che è una lozione per finasteride allo 0,25% per uso topico. Nei test clinici, riduce la concentrazione di diidrotestosterone nel cuoio capelluto del 40% in più rispetto alla finasteride orale. I preparati topici con una combinazione di minoxidil e finasteride sono interessanti.

Melatonina topica

Le potenti proprietà antiossidanti descritte della melatonina consentono di considerarlo come una possibile opzione per contrastare lo stress ossidativo associato al diradamento involutivo dei capelli, con AGA e come misura preventiva per ingrigire..

Di recente, i preparati locali di melatonina sono entrati nel mercato europeo come cosmetici per capelli anti-invecchiamento. La melatonina topica ha dimostrato di sopprimere la soglia dell'eritema mediata dai raggi UV e aumentare la percentuale di capelli anagen nelle donne con AGA.

Questi dati sono supportati dai risultati di uno studio pilota in doppio cieco, controllato con placebo, in cui l'applicazione topica di 1 ml di soluzione alcolica allo 0,1% di melatonina nelle donne con AHA e alopecia diffusa ha comportato un aumento significativo dei capelli anagen dopo sei mesi rispetto al placebo

Antiandrogeni orali

Le alternative al minoxidil includono ciproterone acetato, spironolattone e flutamide.

Trattamenti adiuvanti per AGA e meccanismi di azione

Stimolazione della crescita dei capelli

Supplementi di ferro in assenza di una carenza

Vitamine (biotina, derivati ​​della niacina), caffeina, melatonina

Esposizione a campi elettromagnetici / statici

Miglioramento della vascolarizzazione perifollicolare

Prostaglandine (Viprostol, Latanoprost), Aminexil, Glyceroloxyethers e Silicon

Minerali, derivati ​​della niacina

Inibizione dell'azione DHT

Cimicifuga racemosa

Aminoacidi, Vitamine (biotina, derivati ​​della niacina)

Traccia elementi (zinco, rame)

Terapia adiuvante

Attualmente, l'efficacia e la sicurezza di una soluzione al 2% e 5% di minoxidil applicata due volte al giorno per il trattamento dell'AGA hanno il più alto livello di evidenza..

I risultati degli agenti farmacologici approvati per il trattamento di altre malattie, come gli antiandrogeni orali, sono controversi..

Se la terapia farmacologica è inefficace, si raccomanda un trattamento chirurgico, sebbene in questo caso vi sia un'alta variabilità dei risultati.

Diversi metodi promettenti sono stati recentemente proposti

Plasma ricco di piastrine (PRP)

In assenza di un livello di concentrazione ottimale stabilito, il metodo di preparazione PRP attualmente utilizzato raggiunge un arricchimento del 300-700% (di solito più di 1.000.000 di piastrine / μL).

I possibili effetti del PRP sulla crescita dei capelli sono stati studiati dal 2012 in studi in vitro e in vivo su topi..

Gli attuali meccanismi di azione sul follicolo pilifero rimangono controversi: il PRP in vitro attiva la proliferazione delle cellule della papilla cutanea e previene l'apoptosi, che provoca un aumento dell'espressione di Akt e Bcl-2. Inoltre, il PRP è coinvolto nella formazione dell'epitelio pilifero e nella differenziazione delle cellule staminali in cellule del follicolo pilifero. La maggiore espressione di FGR-7 porta all'estensione della fase Anagen nel ciclo di crescita dei capelli.

I risultati pubblicati di un numero limitato di studi clinici sull'efficacia del PRP per la crescita dei capelli non possono essere considerati obiettivi. Dei 14 studi clinici inclusi nella revisione sistematica di Gkini et al., Solo 2 studi sulle donne sono stati valutati secondo i principi della medicina basata sull'evidenza.


laser

I laser e i dispositivi di terapia della luce utilizzano sorgenti di luce monocromatiche con una lunghezza d'onda compresa tra 600 e 1400 nm nella regione rossa / infrarossa dello spettro.

L'uso della terapia laser a bassa intensità (LLLT), in particolare, rappresenta un nuovo approccio al trattamento di alcune malattie dei capelli, inclusa l'alopecia androgenetica. Nonostante la mancanza di una chiara comprensione del meccanismo d'azione, la terapia laser stimola la ripetuta transizione dei follicoli piliferi telogen nella fase anagen, aumenta la durata dell'anafase stimolando le cellule staminali epidermiche nell'area del rigonfiamento del follicolo pilifero e previene l'insorgenza prematura della fase catagen..

Inoltre, è stato scoperto che questo tipo di terapia regola la risposta antinfiammatoria e immunologica..

Nel 2011, la Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato Hairmax Lasercomb R per il trattamento dell'AHA femminile, ma non ci sono studi pubblicati sulla sua efficacia nelle donne.

Nonostante numerosi studi, sono necessari ulteriori dati per sviluppare una procedura di trattamento standardizzata, inclusi lunghezza d'onda, grado di coerenza e parametri dosimetrici ottimali..

La sicurezza e la possibile efficacia di LILT come opzione di trattamento per i pazienti con AHA che non rispondono alla terapia standard o che sono noti per essere intolleranti devono essere confermate in ulteriori studi clinici..

Dutasteride in mesoterapia

In uno studio recente, 126 pazienti di sesso femminile hanno studiato l'efficacia delle iniezioni topiche di dutasteride nel trattamento della caduta dei capelli di tipo femminile. Una combinazione di 0,5 mg di dutasteride, 20 mg di biotina, 200 mg di piridossina e 500 mg di D-pantenolo in una soluzione da 2 ml è stata iniettata intradermicamente nella regione della corona usando mesoterapia. Le iniezioni sono state ripetute settimanalmente per 8 settimane, quindi ogni 2 settimane per 4 settimane, alla sedicesima settimana è stata eseguita l'ultima sessione.

È stato scoperto che 18 settimane dopo l'inizio del trattamento (rispetto al gruppo di controllo che ha ricevuto soluzione salina), questo metodo ha avuto un effetto positivo sulla crescita dei capelli nelle donne con AVI. Alla 18a settimana, il 62,8% dei pazienti ha mostrato un miglioramento registrato nelle fotografie, un aumento del diametro dei capelli e una diminuzione della caduta dei capelli..

Analoghi della prostaglandina

Gli analoghi della prostaglandina (APG), come latanoprost e bimatoprost, sono farmaci topici per il trattamento del glaucoma e dell'ipertensione intraoculare. Successivamente è stato scoperto che queste sostanze contribuiscono alla crescita e alla pigmentazione delle ciglia. Si ritiene che il meccanismo d'azione che promuove la ricrescita dei capelli sia la stimolazione della papilla dermica, portando all'attivazione della transizione dei capelli telogen alla fase anagen.

Al momento non ci sono dati sull'uso di APG per il trattamento dell'AHA femminile.

Iniezioni di cuoio capelluto di bimatoprost 0,03% una volta alla settimana per 12 settimane e poi una volta ogni due settimane per 4 settimane in una paziente di 59 anni con PVAT non hanno avuto successo.

Terapia del microneedle

Sulla base del presunto effetto sul rilascio di fattori di crescita piastrinica, attivazione delle cellule staminali e sovraespressione di geni associati alla crescita dei capelli, si propone di utilizzare la terapia con microneedle come nuovo trattamento per AGA..

Uno studio randomizzato su 100 uomini con AGA lieve o moderata ha mostrato che la combinazione di dermaroller e lozione al 5% di minoxidil nell'attivazione della crescita dei capelli era significativamente superiore a quella del solo minoxidil..

Nonostante questi risultati promettenti, l'uso di questo metodo nel trattamento dell'AGA richiede conferma negli studi clinici..


Trapianto di capelli

Se la perdita dei capelli non può essere migliorata con i trattamenti standard, il trapianto di capelli può essere considerato un'opzione di trattamento. Questa procedura ancora efficace dovrebbe essere eseguita da un chirurgo esperto, durante il quale i singoli follicoli piliferi vengono trapiantati dal sito del donatore, ma a differenza degli uomini, nelle donne, a causa della natura diffusa della caduta dei capelli, l'area di tale area è molto limitata..

Le complicanze dell'intervento chirurgico comprendono la caduta temporanea dei capelli dopo trapianto, infezioni, dolore e fallimento del trapianto..

Il trapianto di capelli viene eseguito utilizzando vari metodi, uno di questi metodi è PL-FUT
longitudinalpartialfollicularunittransplantation.

Il nuovo metodo consiste nell'estrazione longitudinale parziale di un'unità follicolare, che può essere utilizzata come unità follicolare completa per formare un follicolo pilifero completamente differenziato. L'unità follicolare parziale che rimane nel derma nel sito del donatore può sopravvivere e formare i capelli.

Trapianto di capelli: esiste un'alternativa?

Al 7 ° World Hair Congress di Edimburgo nel maggio 2013, gli scienziati canadesi hanno annunciato l'avvio di uno studio in doppio cieco, controllato con placebo, per studiare l'efficacia delle cellule staminali autologhe nel trattamento dell'alopecia androgenetica.

Questo metodo consentirà di ripristinare i capelli con una singola iniezione della zona di calvizie con una soluzione contenente le cellule del paziente nella zona di crescita dei follicoli del paziente cresciute in condizioni di laboratorio..

Indicazioni per ricerche future

Le aree di ricerca attuali e le future modalità terapeutiche sono:

  • cellule staminali di origine follicolare,
  • nonché tecnologie per la coltivazione dei tessuti del follicolo pilifero.

L'identificazione accurata e l'erogazione efficiente di adeguati meccanismi protettivi e di innesco che stimolano l'attivazione delle cellule staminali a riposo possono trasformare in realtà la prevenzione e l'inversione della caduta dei capelli.

Registrato sulla base dei materiali del rapporto di Ovcharenko Y.S., Professore associato del Dipartimento di Dermatovenerologia presso KhMAPE, Membro del Consiglio dell'European Society for Hair Research (EHRS), Capo della Clinica "Institute of Trichology" (Kharkiv) presso la VI Conferenza scientifica e pratica della società no profit "Professional Society of Trichologists".

Test genetico di base Tricologia

Pannello per previsioni accurate e aumento dell'efficacia della terapia, riducendo gli effetti collaterali indesiderati

Predisposizione
la perdita di capelli

Il test genetico "Tricologia" analizza i marcatori genetici associati allo sviluppo di alopecia androgena e diffusa, sulla base dei quali il tricologo può selezionare farmaci efficaci e la durata dei corsi di terapia intensiva e anti-recidiva.

Le principali cause della caduta dei capelli

Fattori che causano l'alopecia androgenetica

Disturbo genetico del metabolismo degli androgeni nel cuoio capelluto

Disturbi ormonali

Fattori che causano alopecia diffusa

Malfunzionamento genetico degli enzimi che proteggono dallo stress ossidativo e interruzione genetica del metabolismo vitaminico

Stress, disturbi ormonali, malattie croniche infettive acute e gravi; diete prive di elementi vitali per il corpo

Gruppi genici

Alopecia androgenetica, acne

  • Acido folico
  • Vitamina B12
  • Vitamina D
  • Vitamina C

La causa più comune di perdita di capelli è l'alopecia androgenetica, che a volte è geneticamente correlata. Esistono due tipi di geni, i polimorfismi in cui può portare alla calvizie: i geni responsabili della produzione di androgeni e i geni per il recettore degli androgeni. Un eccesso di androgeni, cioè iperandrogenismo, porta a una riduzione delle dimensioni del follicolo pilifero, a causa della quale i capelli diventano sottili, soffici, assottigliati. E le combinazioni non standard nei geni dei recettori possono portare ad una maggiore sensibilità all'ormone testosterone, che porta anche alla perdita di funzionalità dei follicoli piliferi e alla calvizie..

L'alopecia androgenetica può essere complicata dall'acne del cuoio capelluto. Ciò provoca infiammazione nei follicoli piliferi, che li indebolisce ulteriormente e porta alla progressione della caduta dei capelli. Pertanto, in questa sezione, studiamo anche i geni in cui i polimorfismi determinano la predisposizione all'acne sul cuoio capelluto..

In questa sezione, esaminiamo il gene TNF (fattore di necrosi tumorale) responsabile dello sviluppo della microinfiammazione. Le cellule della pelle che svolgono funzioni di barriera secernono proteine ​​antimicrobiche - chemoattraenti e citochine, che costituiscono un sistema di allarme tempestivo di pericolo. In caso di violazione dell'integrità del cuoio capelluto in risposta a un ingresso non autorizzato, un macrofago protettivo entra in contatto con un agente straniero. Il macrofago inizia a produrre citochine che regolano le interazioni intercellulari e intersistemiche. Questi includono il fattore necrosi tumorale alfa (TNF-alfa), che ha effetti locali e sistemici..

Le caratteristiche dei geni che codificano per la proteina alfa del fattore di necrosi tumorale determinano una maggiore espressione del gene alfa del fattore di necrosi tumorale. Ciò porta all'attivazione di reazioni infiammatorie, che possono causare interruzione del trofismo (nutrizione), perdita di capelli e interruzione del ciclo di crescita dei follicoli piliferi.

Lo stato di stress ossidativo è caratterizzato da una quantità eccessiva di radicali liberi dell'ossigeno nel corpo. Per questo motivo, si verifica una diminuzione dell'immunità, si sviluppano processi infiammatori e patologici e le cellule vengono danneggiate. Anche i follicoli piliferi e il cuoio capelluto sono influenzati dallo stress ossidativo. Ulteriori fonti della formazione di radicali liberi sono vari effetti negativi: permanenti e colorazione dei capelli, esposizione a temperature elevate (asciugacapelli, ferro arricciacapelli), eccessivo allenamento UV, infiammazione e così via..

In questa sezione, analizziamo una serie di geni, polimorfismi in cui può interrompere il funzionamento del sistema di stress ossidativo, che aumenta significativamente il rischio di perdita di capelli incontrollata, aumentando la rottura e il diradamento dei capelli e rallentando la normale crescita dei capelli..

L'equilibrio della concentrazione di vitamine nel sangue è una garanzia importante per la salute dell'intero organismo. L'effetto più significativo sulla condizione dei capelli e del cuoio capelluto è esercitato dalle vitamine del gruppo B, vitamine C, E, D. Clinicamente, la carenza di queste vitamine può manifestarsi come perdita di capelli, fragilità, seborrea, eccessivo contenuto di grassi e opacità. Poiché i capelli umani si rinnovano per tutta la vita, il corpo ha costantemente bisogno di una risorsa per ripristinarli. La mancanza di vitamine rallenta il tasso di crescita dei capelli e ne compromette la qualità. I geni specifici sono responsabili del metabolismo di ciascuna vitamina.

I polimorfismi in questi geni possono portare a un rallentamento del metabolismo della vitamina e una diminuzione cronica della sua concentrazione nel sangue. In questa sezione, analizziamo le caratteristiche genetiche dell'assimilazione delle vitamine da parte dell'organismo..

Cosa puoi scoprire
dopo il test

Identificare l'alopecia androgenetica prima che compaiano i primi o minimi sintomi

La diagnosi di alopecia androgenetica si basa principalmente sullo sviluppo di un modello caratteristico di perdita e diradamento dei capelli, ma numerosi studi hanno dimostrato che il diradamento visibile dei capelli non si verifica fino a quando la perdita di capelli nelle aree visibili raggiunge il 50%.

Scegli il regime terapeutico ottimale e le tattiche di gestione del paziente

Il trattamento di pazienti con alopecia androgenetica con farmaci secondo schemi che tengono conto del grado di rischio genetico aumenta significativamente l'effetto terapeutico.

Il test genetico di base Tricologia è stato sviluppato in collaborazione con lo staff:

Istituto di citologia
e genetica SB RAS

Università medica statale di Novosibirsk

Istituto di biologia chimica e medicina fondamentale

Approccio personalizzato al tuo
clienti

A seguito di test genetici, il cosmetologo riceve un rapporto che descrive le caratteristiche individuali del suo cliente e la metodologia per lo sviluppo di un programma di correzione individuale, comprese le procedure estetiche, i prodotti per la cura della casa e gli additivi biologicamente attivi necessari per il cliente..

Approccio personalizzato al tuo
clienti

A seguito di test genetici, il cosmetologo riceve un rapporto che descrive le caratteristiche individuali del suo cliente e la metodologia per lo sviluppo di un programma di correzione individuale, comprese le procedure estetiche, i prodotti per la cura della casa e gli additivi biologicamente attivi necessari per il cliente..

Cause e trattamento dell'alopecia androgenetica negli uomini

Nell'adolescenza, molti uomini scrutano attentamente nello specchio, esaminando i primi capelli di baffi e barba che appaiono sui loro volti. Dopo un paio di decenni, quando la rasatura diventa parte integrante della toilette mattutina, gli uomini si guardano di nuovo allo specchio, ma sono già interessati ai capelli in testa. Secondo le statistiche, il 50% degli uomini perde i capelli all'età di 50 anni. La ragione di ciò è l'alopecia androgenetica..

Struttura dei capelli umani

I capelli sono un derivato dello strato superficiale della pelle umana, composto dalla proteina cheratina. Ogni pelo cresce da un follicolo pilifero. Nell'uomo ce ne sono circa 50 milioni, di cui da 100 a 150 mila si trovano sul cuoio capelluto. I follicoli compaiono in una persona anche prima della sua nascita, si formano in un feto a 9-12 settimane della sua vita. Ma dopo la nascita di nuovi, quasi non appare.

Cosa si intende con il termine alopecia androgenetica

L'alopecia androgenetica (androgenetica nella letteratura moderna) è una malattia in cui, sotto l'influenza degli ormoni, si verificano cambiamenti nei follicoli piliferi in una persona, a causa dei quali i capelli si scoloriscono, diventano piccoli e successivamente cadono parzialmente e parzialmente si trasformano in pergamena. Una persona sviluppa una testa calva.

Negli uomini, i capelli iniziano a cadere dalle regioni frontale e parietale. In questo caso, si forma un triangolo di capelli sulla testa, rivolto verso la fronte. Nelle donne, i capelli cadono a partire dalla separazione e con il passaggio alle superfici laterali della testa. Nella parte posteriore della testa, i capelli rimangono invariati. Perché esattamente così, e non altrimenti, analizzeremo ulteriormente.

L'alopecia androgenetica è la causa del 90% della calvizie maschile e dell'8% di tutte le visite dermatologiche.

La malattia stessa può essere rappresentata come diversi processi sequenziali:

  1. I follicoli piliferi sono danneggiati dagli androgeni;
  2. I capelli diventano fragili, fini, incolori;
  3. I capelli cadono;
  4. I follicoli crescono troppo.

Cause di alopecia androgenetica

Le cause dell'alopecia androgenetica sono evidenti dal suo nome. Il motivo principale è un aumento della sensibilità dei follicoli piliferi agli androgeni a causa delle caratteristiche genetiche..

La predisposizione genetica allo sviluppo della malattia è ben dimostrata. Nell'81% dei figli con alopecia androgenetica, anche i loro padri ne soffrivano. I geni specifici responsabili dell'alopecia androgenetica non sono stati ancora trovati, ma molto probabilmente ce ne sono diversi..

Gli androgeni sono ormoni steroidei che vengono prodotti nelle ghiandole surrenali e sono necessari affinché un uomo sia un uomo. Sono responsabili della formazione di peli sul corpo e sul viso, cambiando il timbro della voce e sviluppando i muscoli. Gli atleti utilizzano specificamente sostanze simili agli androgeni per aiutare i loro muscoli a crescere più velocemente. Gli androgeni inoltre impediscono ai capelli di crescere troppo rapidamente. Le donne hanno i capelli folti a causa dei bassi livelli di androgeni, ma alti livelli delle loro controparti estrogeni femminili.

Se una persona ha un enzima speciale chiamato 5-alfa reduttasi nei follicoli piliferi sulla testa, questi follicoli diventano molto sensibili agli androgeni. Tanto che anche una quantità normale dell'ormone provoca cambiamenti e perdita di capelli. Vale la pena sottolineare che gli uomini con alopecia androgenetica hanno una normale quantità di androgeni nel sangue..

Fattori di rischio

I fattori di rischio per la caduta dei capelli sono i seguenti:

  • Genetica. La malattia si sviluppa se una persona ha una predisposizione ad essa. Pertanto, se i tuoi parenti maschi hanno la perdita dei capelli con l'età, le tue probabilità di ammalarsi sono più alte..
  • Stile di vita. Dieta scadente o irregolare, poco esercizio fisico nella vita quotidiana e cattive abitudini possono anche portare alla caduta dei capelli in età adulta.
  • Stress eccessivo Ci sono studi che mostrano alti rischi di sviluppare alopecia androgenetica in coloro che sono spesso sottoposti a stress..
  • Malattie della tiroide e tumori delle ghiandole surrenali. Se una persona ha un tumore nelle ghiandole surrenali, che aumenta la loro sintesi di androgeni, i capelli cadono di più. La situazione opposta con la ghiandola tiroidea, meno ormoni secerne, i capelli peggiori crescono e più cadono.
  • Età. Maggiore è l'età, maggiori sono le possibilità di ammalarsi. Quindi, se all'età di 50 anni ogni secondo uomo soffre di alopecia androgenetica, all'età di 80 anni l'80% degli uomini è già affetto dalla malattia..

Sintomi che indicano calvizie androgena

Nel 1949, quando James Hamilton studiava l'alopecia androgenetica negli uomini, attirò l'attenzione sulla sua relazione con gli androgeni e identificò diverse fasi nello sviluppo della malattia. Le sue scoperte sono state successivamente integrate da Otar Norwood, che ha portato alla creazione della scala Hamilton-Norwood..

La scala ha 7 gradi di sviluppo di alopecia androgenetica, che caratterizzano la gravità e la prevalenza dell'alopecia.

  • Grado 1: l'attaccatura dei capelli è leggermente spostata.
  • Fase 2: i capelli cadono nel lobo frontale, sfuggendo all'attaccatura dei capelli di circa 2 cm.
  • Grado 3: le patch calve sul lobo frontale aumentano e influenzano parte del lobo temporale.
  • Fase 4: le patch calve appaiono sul lobo parietale.
  • Fase 5: a causa della caduta attiva dei capelli, appare una patch calva sulla corona della testa sotto forma di un semicerchio.
  • Grado 6: si uniscono le patch calve sui lobi frontale e parietale. Un'isola triangolare di capelli rimane sulla fronte.
  • Grado 7: I capelli crescono solo in piccole chiazze dalle orecchie alla parte posteriore della testa.

Ma ci sono segni con cui puoi identificare una malattia in te stesso prima della formazione di chiazze calve? Ci sono, anche se non sono così evidenti. Prima che le aree senza peli inizino ad apparire, i capelli diventano opachi, fragili e accorciati. Se, dopo la pettinatura, inizi a notare più peli sul pettine di prima, allora questo è un chiaro segno: dovresti contattare un dermatologo. Va ricordato che qualsiasi malattia è più facile da trattare quando è appena all'inizio. È molto meglio salvare i capelli che si assottigliano piuttosto che far crescere nuovi capelli in aree di chiazze calve..

Diagnostica

La diagnosi può essere fatta più spesso in base ai sintomi e all'età del paziente. Ma per essere sicuro che una persona abbia alopecia androgenetica, il medico prescrive una serie di procedure. Per prima cosa devi fare studi e analisi generali, quindi studiare i capelli e i follicoli.

  1. Analisi del sangue. Non vengono condotte solo analisi generali e biochimiche, ma anche un'analisi degli ormoni per escludere problemi con le ghiandole surrenali e la tiroide.
  2. Esame microscopico dei capelli. È così che viene determinata la distruzione alla fine dei capelli, che appare con l'alopecia.
  3. Esame della pelle per la presenza di funghi. Alcuni funghi, che crescono sulla pelle, possono anche causare la caduta dei capelli..
  4. Esame dei graffi cutanei al microscopio. Viene studiato il danno follicolare e l'assottigliamento dello strato superficiale della pelle.
  5. Il test di trazione dei capelli rileva l'assottigliamento dei capelli.
  6. Trichoscan. Un metodo abbastanza giovane per studiare i capelli, ti consente di studiare immediatamente i capelli sulla testa e di elaborare le informazioni ricevute su un computer.

È possibile curare l'alopecia androgenetica e come farlo

Il trattamento dell'alopecia androgenetica è impegnativo nonostante i metodi moderni. Il suo compito è fermare i cambiamenti nel follicolo, fermare la transizione dei capelli lunghi verso i capelli del vello e impedire ai follicoli di crescere eccessivamente con il tessuto connettivo..

Con una visita tempestiva da un medico, un adeguato trattamento farmacologico in combinazione con il trattamento generale e i cambiamenti dello stile di vita, la cura per l'alopecia androgenetica può essere interrotta..

Metodi di trattamento

Per il trattamento, è necessario prima contattare uno specialista. Questo è un tricologo o un dermatologo. Solo lui sarà in grado di determinare correttamente le migliori tattiche di trattamento in un caso particolare. L'automedicazione può non solo essere inutile, ma anche dannosa o addirittura pericolosa per la salute..

I metodi di trattamento possono essere suddivisi in 2 gruppi: trattamento domiciliare con compresse o rimedi popolari e trattamento da parte di un medico utilizzando attrezzature e operazioni speciali.

farmaci

Esistono diversi modi per utilizzare i medicinali:

  1. Inibizione del recettore degli androgeni. Il ciproterone acetato può essere usato in combinazione con etinilestradiolo per bloccare il recettore. Questa combinazione viene utilizzata in Canada e negli Stati Uniti, ma il suo uso non è possibile negli uomini, poiché porta alla comparsa di caratteristiche femminili in essi. Un'altra opzione per bloccare il recettore degli androgeni è l'uso dello spironolattone diuretico. Ma ti consente solo di rallentare il processo, ma non di fermarlo..
  2. Inibizione della 5-alfa reduttasi. Esistono 2 tipi di questo recettore, uno dei quali si trova principalmente nella pelle, il secondo nella ghiandola prostatica e in quantità molto piccole nella pelle. La finasteride viene utilizzata per bloccare il recettore. La creazione dell'intero complesso in un senso tecnologico del compito, che spiega l'alto costo dei tablet. E a condizione che sia necessario berlo per 1-2 anni, questo diventa una difficoltà significativa. Molti sono scoraggiati dagli effetti collaterali dell'impotenza o della diminuzione della libido. Tuttavia, il farmaco viene scelto per il trattamento dell'alopecia areata da molti medici in tutto il mondo..
  3. Stimola la crescita dei capelli. Un buon metodo usato in combinazione con il trattamento antiandrogenico. Il benoxaprofene è stato precedentemente utilizzato per questo scopo. Ma nel 1980 ci furono circa 100 morti e 4.000 colpiti dal suo uso nel solo Regno Unito. Ciò ha portato al ritiro della droga dal mercato nel mondo civile. Ma in paesi in via di sviluppo come l'India, è stato scambiato liberamente già nel 1990.

Ora, al fine di migliorare la crescita dei capelli, viene utilizzato il minoxidil. Viene utilizzato applicandolo sulla pelle e con la prescrizione di alopecia androgenetica non di più. Meno di 3-5 anni, provoca la trasformazione dei capelli vellus in capelli lunghi nel 30% dei pazienti. Il meccanismo d'azione del farmaco è associato alla vasodilatazione della pelle vicino al follicolo pilifero. L'annullamento dell'uso del prodotto porta a una nuova formazione di peli di vello, quindi deve essere applicato per diversi anni. Sono anche possibili effetti collaterali: prurito nell'area di applicazione e crescita dei capelli in luoghi diversi dalla testa.

Medicina alternativa

Sebbene i metodi di medicina alternativa non siano riconosciuti dalla comunità medica globale, vale comunque la pena considerare alcuni di essi come aggiunta al trattamento farmacologico. L'idroterapia, il trattamento di agopuntura e alcune altre tecniche possono meritare attenzione come aggiunta al trattamento principale.

Ma non dovresti credere alle persone che ti dicono come trattare la calvizie con magneti o rimedi omeopatici. L'efficacia di ciò non è dimostrabile e porta solo a inutili perdite di tempo e denaro..

Terapia laser

Non molto tempo fa, la FDA negli Stati Uniti ha approvato ufficialmente la terapia laser per l'alopecia. La tecnica si basa sull'applicazione di una radiazione laser pulsante di basso livello sul cuoio capelluto. Dopo un tale effetto, la circolazione sanguigna nella pelle migliora, viene stimolata la crescita di nuove cellule nei follicoli piliferi..

Con l'aiuto dei moderni dispositivi, gli archi laser sono distribuiti uniformemente sul cuoio capelluto, il che aiuta a combattere la caduta dei capelli e migliora le condizioni della pelle. La procedura non ha effetti collaterali.

Sono disponibili 2 opzioni per l'utilizzo del laser. All'inizio, una persona viene irradiata con un dispositivo immediatamente su tutta la superficie della testa, tale dispositivo è abbastanza grande e non sempre conveniente. Al secondo, il medico eseguirà un pettine speciale attraverso i capelli del paziente, in cui sono integrati i LED con un laser. È più conveniente, ma il successo della procedura dipende in gran parte dalla coscienza del medico. La sessione dura da 15 a 30 minuti. Per ottenere l'effetto, sono necessari circa sei mesi di procedure.

È anche possibile acquistare un sistema laser per la tua casa. Con l'alto costo di questa soluzione, è conveniente e semplice per lunghi cicli di trattamento.

Rimedi popolari

Oltre alle medicine sviluppate nei laboratori farmaceutici, possono essere usate anche medicine tradizionali. Ci sono molti vantaggi di questo trattamento, sono convenienti, facili da usare a casa e non così ricchi di effetti collaterali.

Esistono molti metodi alternativi, ma è importante ricordare che si tratta solo di un metodo di trattamento aggiuntivo e di non dimenticare la sicurezza. Le stesse erbe e verdure possono causare ustioni e allergie.

  • Eleuterococco e ginseng. Aiuta a prevenire la caduta dei capelli. Mescola le tinture alcoliche e strofina sul cuoio capelluto 2 volte al mattino e alla sera per 2 settimane. A volte l'aralia viene aggiunta alla tintura..
  • Aghi. Lenisce il cuoio capelluto e rinforza i capelli. Un decotto viene preparato da conifere, puoi usare pino, abete rosso, abete e altri. Il brodo viene miscelato con alcool in un rapporto di 1: 1,5. Strofina sul cuoio capelluto una volta al giorno prima di andare a letto per 3 settimane.
  • Aloe e uva. Aiuta a ripristinare i capelli. Prepara una maschera di succo e strofinando il cuoio capelluto prima di andare a letto, lavati la mattina.
  • Sagebrush. Gli steli devono essere bruciati, dopo di che vengono versati 100 grammi di cenere schiacciata con 50 millilitri di olio di mandorle. Strofina i capelli e lascia per 2 ore.
  • Cipolla. Sulla pelle al vapore, applicare il succo di cipolla, precedentemente spremuto da cipolle fresche. Immergere sulla testa per 30 minuti, quindi risciacquare. Da usare prima di andare a letto.

Trapianto di capelli

In casi gravi di alopecia androgenetica, o se il trattamento è iniziato in una fase successiva, può essere utilizzato il trapianto di capelli. Questo metodo è chirurgico ed è eseguito da tricologi professionisti..

I follicoli piliferi hanno una cosa. Non hanno le loro istruzioni su quali capelli far crescere. Sono controllati attraverso speciali fibre nervose nella pelle. Ciò ti consente di portare i follicoli da un'area della pelle umana e di trapiantarli in un'altra area. Successivamente, nuovi capelli crescono dai follicoli trapiantati.

L'operazione ha una serie di controindicazioni, tra cui:

  1. Malattie della pelle in esacerbazione.
  2. Diabete.
  3. Esacerbazione di malattie croniche.
  4. Disordini mentali.
  5. Disturbi della coagulazione della pelle.

La fonte dei follicoli può essere sia la regione occipitale che quella laterale della testa del paziente, nonché il torace, le cosce e la barba. Usando uno strumento speciale, il medico estrae i follicoli piliferi e li impianta individualmente nella pelle in nuovi luoghi.

Esistono 2 metodi di lavoro. Il primo, manuale, quando il medico prende il follicolo e lo impianta da solo, usando una pinzetta speciale. Il secondo metodo utilizza un dispositivo automatico che rimuove in modo indipendente il follicolo e lo trapianta in un nuovo sito. Il medico controlla solo la posizione dello strumento e lo guida. Il secondo metodo è meno traumatico e più difficile da usare..

Dopo il trapianto, i follicoli piliferi mettono radici in un nuovo posto per qualche tempo. Successivamente, i capelli a pieno titolo crescono da loro, che sono indistinguibili da quelli che sono apparsi dalla nascita..

Tricopigmentation

Questo metodo non aiuterà a ricrescere i nuovi capelli, ma nasconderà la sua assenza per molto tempo. I risultati sembrano naturali, come le stoppie coltivate in 2-3 giorni. Scopri di più sul metodo e valuta le recensioni video dei clienti del maestro Andrey Afanasyev prima e dopo il corso delle procedure di tricopigmentazione, qui